Chiusano, De Angelis: bonus bebè e zero tributi anti-spopolamento

UN ALBERO DI NATALE TECNOLOGICO IN ALLUMINIO PER IL PAESE. Il primo cittadino annuncia l'azzeramento fiscalw locale per i nuovi residenti, housing sociale e voucher per le famiglie in difficoltà. Obiettivo: mantenere un saldo demografico stabile

Sotto l’albero (natalizio tecnologico) a Chiusano San Domenico i cittadini trovano un piano del Comune per contrastare la riduzione demografica.

Mentre allestisce l’albero di Natale ‘tecnologico’ nella piazza principale del paese, il sindaco Carmine De Angelis promuove un primo bilancio delle attività, anticipando di fatto, l’annuale consuntivo con i cittadini. “Quest’anno l’amministrazione comunale propone un albero tecnologico in alluminio performante e led, dove al posto delle decorazioni ci saranno dei pannelli illustrativi con tutte le attività che il Comune ha svolto, edifici riqualificati e risultati incassati” ha spiegato il sindaco Carmine De Angelis.

L’albero di Natale tecnologico in alluminio trasportato da una gru mentre sta per essere allestito

La politica di contenimento allo spopolamento è la grande direttrice su cui l’amministrazione muove i passi, e che ha determinato le misure di incentivo alle nascite, l’housing sociale, l’azzeramento delle tasse per i nuovi residenti. Non solo. “Nell’ambito del progetto ‘Accordi di genere’ il Comune mette a disposizione dei buoni gratuiti per l’asilo nido e la ludoteca, di concerto con il Consorzio dei servizi Sociali di Atripalda. E’ stato pubblicato un avviso per le famiglie che vorranno concorrere, così come sono stati allestiti dei ‘concilia point’ per le donne in cerca di lavoro: 10 ragazze avranno la possibilità di accedere ai tirocini formativi e godere dell’indennità per sei mesi sulla formazione per attività di ristorazione” spiega. “A questo bisogna anche aggiungere i voucher gratuiti destinati alle famiglie, da spendere nelle strutture convenzionate con il Piano di Zona Sociale”.

L’albero tecnologico e il manuale di istruzioni

Altro tassello che il sindaco aggiunge all’albero di Natale, è il finanziamento ottenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione e Mibac per il Laboratorio cinematografico scolastico. “L’Istituto Comprensivo di Chiusano è tra le poche scuole che ha ottenuto il finanziamento” annuncia. “Si tratta di un progetto candidato con capofila l’Istituto Superiore Vanvitelli di Lioni coordinato dal dottor Cataruozzolo, che prevede laboratori audio visivi, e che segue un percorso già avviato da Chiusano sull’investimento sulla cultura: lo scorso anno la scuola ha concorso allo School Movie di Giffoni Valle Piana. Il progetto è stato approvato e attendiamo il finanziamento di circa 50mila euro per la formazione del Cinema nelle Scuole. L’’Istituto Comprensivo “G. Tentindo” ha concorso per il progetto iSee – I.ntentional S.creen E.ducational E.nvironment, grazie al quale saranno svolte diverse attività di teoria e di laboratorio sull’educazione all’immagine”.

Già lo scorso anno, la sua giunta ha approvato una manovra per arginare lo spopolamento e attrarre nuovi residenti a Chiusano. “Abbiamo adottato un anno fa la misura ‘zero tasse per i nuovi residenti’ e registriamo un saldo positivo di 12 nuovi abitanti, che sono arrivati da Taurasi e Atripalda. Ma abbiamo appena approvato un nuovo incentivo: un bonus di mille euro ai nuovi nati a Chiusano. A differenza di altri comuni, Chiusano non ha avuto grandi oscillazioni: negli ultimi dieci anni siamo passati da 2mila 480 a 2mila 300 abitanti” argomenta.

L’albero tecnologico

Anche le politiche abitative concorrono a catturare nuovi residenti. “Attraverso l’Housing sociale il Comune ha venduto dei lotti edificabili comprensivi di progetto preliminare. Abbiamo disposto la costruzione di villette da 120 metri quadri a 25mila euro ciascuna. Con l’approvazione del progetto inclusa da parte del Comune siamo riusciti a rendere appetibile l’investimento e ad oggi sono stati venduti già 10 lotti” continua De Angelis. “Ci stiamo muovendo nell’ottica di ripopolamento e sostegno alle famiglie, ma abbiamo bisogno di maggiori investimenti da parte della Regione”.

Il sindaco di Chiusano San Domenico, Carmine De Angelis

Il sindaco fa espressamente riferimento agli sgravi fiscali. “Avremmo bisogno dell’Irpef agevolata e di usufruire di altre misure dedicate a frenare lo spopolamento. Penso ai Psr: i risultati dell’ultima programmazione sono disastrosi e la misura del borgo collettivo che prevede la partecipazione pubblico- privata vede la presenza di soli due borghi irpini, Cairano e Zungoli. Anche per il Bando Natura 2000 i finanziamenti approvati su Avellino sono praticamente inesistenti, a vantaggio di Salerno e Benevento. La Regione non ha ancora tanto tempo per spalmare iniziative e fare investimenti: ad oggi si trova nella condizione di dove raccogliere i frutti degli anni di governo” ha concluso.