Natale a Caposele, si accende l’albero dei record

Alla fine della settimana è già Natale a Caposele. Luci di speranza e solidarietà tra cultura, beneficenza ed enogastronomia, Caposele dal primo al 2 dicembre. Sono in corso i lavori per la settima edizione della manifestazione culturale più attesa dell’inverno «che ci proietterà direttamente alle porte del Natale: il Mercatino di Natale e la Cerimonia di accensione delle luminarie del grande albero dei record!», scrivono i promotori in una nota.

«Tra le strade e le piazze di Caposele, all’ombra del grande Albero di Natale, fervono i preparativi per l’organizzazione del mega contenitore attrattivo, capace di coniugare promozione turistica, valorizzazione del territorio e le identità enogastronomiche, cultura, ospitalità, tradizione, musica e folklore, ma anche momenti di riflessione, di solidarietà, beneficenza e di ricordo», spiega Concita Meo. «Un mix vincente per trasmettere ed esaltare il piacere dello stare insieme, di gustare la bellezza di paesaggi incantati, per condividere l’esperienza di un evento esclusivo e rendere unico ogni momento partecipato in un’oasi di tranquillità nel centro irpino. Il tutto in sinergia con l’amministrazione comunale, le associazioni locali, le scuole, che svolgono un ruolo fondamentale nell’organizzazione pratica della manifestazione».

L’albero di Natale da record di Caposele

LA CERIMONIA DI ACCENSIONE DELLE LUMINARIE SUL GRANDE ALBERO, POI IL MERCATINO NATALIZIO. Sabato primo dicembre ore 20 prevista l’accensione delle luminarie sull’Albero di Natale di Caposele. Sarà addobbato un abete vivente dalle dimensioni eccezionali, dedicato alla memoria delle persone prematuramente estinte. «La luce che tende all’alto, simboleggia il forte legame che per sempre esisterà con loro», spiegano gli organizzatori. «La luce della speranza, oltre al ricordo è un affettuoso pensiero rivolto a chi soffre di gravi patologie». Per questo, «sarà un’occasione per sensibilizzare le persone ad una diagnosi precoce, mediante visite mediche gratuite di prevenzione. Momenti di grande suggestione, anticiperanno il momento il cui il grande abete vivente si vestirà di luce e splendore». Lungo il corso e tra le piazze del centro abitato avrà luogo il Mercatino di Natale. «Una passeggiata lungo le vie di Caposele, per ammirare e per scoprire luoghi affascinanti e tra i tanti stand, idee regalo e prodotti artigianali a tema natalizio», sottolinea Concita Di Meo. «Stand sapientemente addobbati contengono opere straordinarie: gli artigiani, operatori del proprio ingegno e hobbisti espongono i loro prodotti realizzati a mano. Legno, ceramiche, vetro, prendono vita in oggetti unici ed originali». Il Mercatino offre una vetrina per i prodotti tipici del territorio, «dai più classici, come l’olio, il miele, salumi, i formaggi, a quelli più legati alla tradizione natalizia, come ad esempio i torroni». Saranno in campo le aziende locali, «che valorizzano ogni giorno la tradizione e i sapori autentici della nostra tavola, presentando una vasta gamma di prodotti, pronti ad accontentare tutti i tipi di palato». Nell’offerta, «un posto di rilievo, meritano sicuramente le Matasse di Caposele, la tipica pasta fatta a mano e condita con ceci, il Muffletto e tante altre prelibatezze».

Natale a Caposele inizia tradizionalmente il primo dicembre

MUSICA E FOLKLORE. Non può certo mancare la musica live della tradizione popolare, i balli Itineranti, animazioni e spettacoli per i più piccini, visite guidate. Anche per l’edizione 2018 sarà allestita un’area per i camperisti. Il programma si completa con mostre ed esposizioni. Tutto il ricavato delle attività realizzate sotto l’Albero, come ogni anno, verranno devolute in beneficenza per supportare la ricerca sul cancro: speranza di guarigione da malattie purtroppo ancora devastanti.