Vittime dell’Amianto, Pallini: l’Inps ha prolungato i benefici fino al 2020

«Sono molto contenta che la nostra sollecitazione abbia dato buoni fruttiı». La deputata del Movimento 5 Stelle Maria Pallini riprende e commenta «il messaggio pubblicato in questi giorni dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, in merito all’estensione per gli anni 2019 e 2020 dei benefici previdenziali derivanti dall’esposizione all’amianto previsti per i lavoratori dalla Legge di Stabilità del 2015»

«Sono molto contenta che la nostra sollecitazione abbia dato buoni fruttiı, così in una nota la deputata del Movimento 5 Stelle Maria Pallini a proposito del messaggio pubblicato in questi giorni dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale in merito all’estensione per gli anni 2019 e 2020 dei benefici previdenziali derivanti dall’esposizione all’amianto previsti per i lavoratori dalla Legge di Stabilità del 2015.

La deputata dell’M5s, Maria Pallini

“In una mia interrogazione a risposta immediata in Commissione Lavoro – ricorda la portavoce avellinese – ho raccolto le preoccupazioni dei lavoratori rispetto ad una mancata comunicazione formale da parte dell’Inps alle sedi territoriali della proroga che consente agli interessati di usufruire dei benefici previdenziali anche per il prossimo biennio”.

“Il sottosegretario Durigon – continua la parlamentare pentastellata – nel rispondermi ad ottobre sottolineò che il Ministero del Lavoro, nell’ambito dei propri poteri di vigilanza, avrebbe assicurato l’adozione di tutte le necessarie iniziative nei confronti dell’Istituto per garantire agli aventi diritto il più sollecito accesso alla agevolazione pensionistica prevista, verificando la puntuale diffusione alle sedi periferiche delle comunicazioni predisposte dall’Inps. Ebbene, qualche giorno fa l’Istituto ha diramato un messaggio confermando la proroga fino al 2020 e specificando che, per accedere al beneficio, gli interessati devono presentare entro il 30 novembre 2018 apposita istanza”.

“Non posso, quindi, che esprimere il mio vivo apprezzamento per la celerità, la puntualità e la positività con cui si è conclusa questa vicenda. Massimo è l’impegno che sto profondendo sul fronte della tutela dei diritti dei lavoratori del settore amianto” – conclude Pallini.