Alta Capacità, Grassi: “La stazione Hirpinia si farà”. Marcia indietro 5s in Commissione

POLEMICA SULLA ELETTRIFICAZIONE, MITRIONE: È GIÀ FINANZIATA DALLA REGIONE. Il senatore irpino del Movimento 5 Stelle Ugo Grassi trasmette l'esito della Commissione Lavori Pubblici di oggi. Chiarito il costo dell'intera tratta e il parere favorevole alla realizzazione della Stazione Hirpinia. Sulle economie da destinare alla linea regionale Salerno-Avellino-Benevento, replica dall'Associazione Inlocomotivi: 230 milioni disponibili dalla Campania

I Cinque Stelle al Senato avrebbero fatto marcia indietro sul taglio della Stazione Hirpinia  dalla linea di Alta Capacità Bari-Napoli. Lo fa sapere il senatore Ugo Grassi, che ha dichiarato: “La Commissione Lavori Pubblici del Senato prende atto che la stazione Hirpinia si deve fare e si farà, ad un costo del tutto ragionevole. Durante la seduta di oggi il presidente Mauro Coltorti del M5S – ha affermato Grassi – in riferimento al parere reso dalla Commissione sullo schema di contratto tra il Ministero dei Trasporti e RFI, per quanto concerne l’intervento AV/AC Napoli-Bari, ha precisato che la somma di 1,6 miliardi di euro è relativa al preventivo di spesa 2016 per l’intero lotto Grottaminarda-Orsara e non già per la sola ‘variante Grottaminarda’. È fondamentale precisarlo, dal momento che si era diffusa un’informazione del tutto sbagliata e pericolosa, secondo cui la stazione Hirpinia sarebbe costata 1,6 miliardi. Un evidente errore”.

Il senatore irpino comunica la buona nuova e dà anche ragguagli rispetto all’incontro con Danilo Toninelli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il senatore precisa poi, “quella somma peraltro all’esito della variazione di percorso, è stata diminuita di 371 milioni di euro e si è ridotta quindi a 1,392 miliardi euro. Inoltre, sottolineando e ribadendo la realizzazione della stazione intermedia sulla tratta Apice-Orsara così come indicato dalla legge 133/2014 e posto che la linea Avellino-Benevento è in corso di elettrificazione, la Commissione propone che eventuali risparmi di spesa siano destinati alla elettrificazione della linea Avellino-Napoli. Quando a febbraio ci sarà la revisione del contratto, noi del Movimento 5 Stelle saremo in prima linea per far sì che questa proposta diventi uno degli obiettivi inseriti nel contratto di programma“.

A proposito delle economie da destinare alla elettrificazione della Linea Avellino-Benevento, la Salerno-Mercato San Severino-Avellino-Benevento è già finanziata dalla Regione Campania con 230 milioni di euro. Lo afferma Pietro Mitrione, referente dell’Associazione Inlocomotivi, che da anni si batte per lo sviluppo ferroviario nelle zone interne e che dalla firma del Patto per la Campania a Napoli, tra il Premier di allora Matteo Renzi e il Governatore Vincenzo De Luca, segue l’andamento dell’iter procedurale.


IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SUL PARERE DELLA COMMISSIONE

La riformulazione della risoluzione prodotta al Senato

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli

L’ATTO TRASMESSO A TONINELLI. La missiva sarebbe stata inviata anche allo stesso ministro Toninelli. Il capo del dicastero sarebbe quindi informato sull’evolversi della vicenda e sul think thank che intercorre da un pò di giorni tra cittadini, amministratori locali e rappresentanti governativi che in Irpinia hanno i loro natali. Tutto da quando a fine ottobre la senatrice Sabrina Ricciardi ha suggerito “una rivisitazione del percorso”. Da lì Consiglio comunale straordinario allargato ad Ariano Irpino; coinvolgimento dei deputati irpini; lettera dell’Università Federico II e petizione popolare. Un livello di guardia molto alto e costante.