Caposele può ottenere la tappa del Giro d’Italia 2020. Avanza la proposta Salvatore Conforti, architetto, ex consigliere comunale. “Un’idea promozionale e strategica che sarebbe dovuta essere proposta quando, un anno fa, il Ministro Delrio inaugurò a Caposele l’apertura del diaframma della Pavoncelli bis: accorpare in un unico percorso tutte le località delle ciclovie d’Italia e farle diventare tappe del Giro” spiega l’architetto, chiedendo un impegno diretto agli amministratori della compagine della Primavera guidata dal sindaco Melillo.

“Sarebbe straordinario e anche intelligente poter dimostrare a tutti che la partita sulla “ciclovia” abbia una sua continuità nonostante il cambio di Governo, ed evidenziare, oltremodo, che il tour nazionale non si può limitare soltanto al centro nord escludendo buona parte della nostra Penisola. Verrebbe meno la sua identità e il suo precipuo scopo” continua.

“Vorrei concentrarmi su questa entusiasmante possibilità, chiedendo ai Comuni coinvolti, alle associazioni tutte e a chi ha interesse per una promozione del territorio, di farsi carico di questa piccola responsabilità ed univocamente proporre all’organizzazione del Giro di valutare tale opportunità per l’anno prossimo. Sono in attesa di ogni tipo di contributo, e potremmo vederci e parlarne per capire insieme strategie e percorsi” conclude.