Santo Stefano del Sole, imbratta il paese e si barrica in casa. Portato fuori dai Carabinieri

Un 50enne è stato condotto all'ospedale Landolfi dopo l'intervento dei reparti speciali, che lo hanno convinto a consegnarsi

Questa mattina i proprietari di alcune abitazioni di Santo Stefano del Sole hanno trovato i muri delle loro abitazioni, porte e citofoni imbrattati con vernice rossa.
Non è stato risparmiato neanche l’ufficio postale ed alcune autovetture parcheggiate in quella zona.

Le immediate indagini svolte dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino hanno portato all’individuazione del presunto responsabile: un 38enne del luogo che alle ore 10.00, presso la propria abitazione, alla vista dei militari operanti, intuendo il motivo della loro presenza, assumeva un atteggiamento inspiegabilmente agitato tant’è che colpiva con un bastone la sorella intervenuta per calmarlo, procurandole lesioni al braccio ed alla gamba, nonché due militari della Stazione di Salza Irpina.
L’esagitato riusciva a rientrare nel cortile e, dopo aver chiuso il cancello si rifugiava in casa per alcune ore.

Sul posto, temendo anche atti di autolesionismo, veniva fatto intervenire personale dei Vigili del Fuoco, dell’A.S.L. e il 118 nonché il Reparto API (Aliquota di Primo Intervento) dei Carabinieri di Salerno ed un militare negoziatore del Comando Provinciale di Avellino, specializzati per intervenire in queste situazioni, che dopo ore di trattativa, terminate alle 15.00 successive, riusciva a convincere il soggetto ad aprire la porta ed a sottoporsi alle cure presso l’ospedale Landolfi di Solofra.