Analisi cliniche e personale, l ‘Asl replica all’Usb

Il Laboratorio di Analisi Cliniche di riferimento dei Distretti Sanitari di Avellino e Atripalda è situato presso il P.O. Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi connesso con un nuovo software collegato con il Laboratorio di Analisi di Sant’Angelo. Replica dell'Azienda al'annuncio di un sit in di protesta. La nota

A seguito del Comunicato stampa inviato dall’USB Pubblico impiego e Mic & PS l’Asl di Avellino precisa che dal primo ottobre, con l’annessione del P.O. di Solofra con l’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, il Laboratorio di Analisi Cliniche di riferimento dei Distretti Sanitari di Avellino e Atripalda è situato presso il P.O. Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi. In particolare, presso i punti prelievo di Avellino e Atripalda è stato installato un nuovo software collegato con il Laboratorio di Analisi di Sant’Angelo mentre, in data 17/10/2018, il personale dei due distretti ha partecipato al corso di formazione per l’uso del nuovo software. Pertanto i punti prelievo collocati nei Distretti Sanitari di Avellino e Atripalda, precedentemente collegati con il P.O. di Solofra, sono attualmente collegati con il P.O. di Sant’Angelo dei Lombardi.
Riguardo il personale infermieristico impiegato al P.O. di Solofra prima dell’annessione, quest’ultimo, in base a quanto stabilito dal Dca 29 del 2018, ha potuto esercitare il diritto di opzione sulla base del fabbisogno di personale infermieristico in forza presso i P.O. di Sant’Angelo dei Lombardi, Ariano Irpino, REMS e sanità penitenziaria. Inoltre, come previsto dal Dca, il personale infermieristico, esercitando il diritto di opzione a rimanere dipendente dell’Asl di Avellino, aveva espresso delle preferenze per i posti disponibili presso la Casa Circondariale di Avellino ma gli stessi infermieri hanno poi deciso di rinunciare.
Infine, rispetto alla mobilità attivata dall’Asl per il personale infermieristico si forniscono ampie rassicurazioni che l’Azienda Sanitaria Locale non procederà all’assunzione in servizio del personale infermieristico dipendente degli Enti Ecclesiastici, se non dopo aver accertato che è stato effettuato adeguamento del proprio ordinamento del personale alle disposizioni della normativa del personale del SSN, così come previsto, e che il reclutamento del personale interessato è avvenuto mediante procedura concorsuale ad evidenza pubblica.