Forestali, via al Piano e stipendi. Flai Cgil: ora i decreti

RESI DISPONIBILI INTERVENTI PER 20 MILIONI DI EURO. La Regione Campania ha stanziato le risorse a favore delle comunità montane e amministrazioni provinciali per la realizzazione degli interventi previsti, per l’annualità in corso. Ma il sindacato chiede anche la seconda tranche da 20 milioni

La Regione Campania ha stanziato 20 milioni di euro a favore delle comunità montane e amministrazioni provinciali per la realizzazione degli interventi previsti, per l’annualità in corso, dal progetto strategico “Nuovi Interventi sulle Green infrastructures forestali regionali nell’ambito dei Piani di forestazione e bonifica montana degli enti delegati”, in ottemperanza al Documento Esecutivo di Programmazione Forestale (DEPF) 2018-2020 e in linea con i dettami del Regolamento regionale in materia di forestazione.

Franco Alfieri, Consigliere Delegato all’Agricoltura della Regione Campania

«Diamo il via ad investimenti per 246,9 milioni finalizzati alla cura e manutenzione straordinaria dei nostri territori montani e collinari, oltre che alla tutela e valorizzazione del patrimonio forestale regionale, che copre quasi un terzo della superficie della Campania. Puntiamo, in particolare, alla prevenzione, messa in sicurezza e protezione dei territori montani perché solo in questo modo si creano le condizioni per favorire nuove opportunità di sviluppo per le aree interne e porre cosi un argine al dilagante fenomeno dello spopolamento», ha affermato Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente De Luca. «Gli interventi saranno attuati con l’impiego degli operai idraulico-forestali in forza agli enti delegati. L’attenzione del Presidente e dell’intera Amministrazione regionale nei confronti di questi lavoratori è massima, come dimostra la sottoscrizione con le organizzazioni sindacali, nel gennaio scorso, del Contratto integrativo regionale di categoria (CIRL) a distanza di ben dieci anni del precedente. Abbiamo messo al bando le logiche assistenzialistiche del passato e previsto un impiego più produttivo degli idraulico-forestali nell’ambito delle numerose e più articolate funzioni che il Regolamento regionale assegna agli enti delegati».

«FORESTAZIONE, SI SBLOCCANO I PAGAMENTI». Intanto si annuncia la prosecuzione dei pagamenti e le rendicontazioni per gli interventi di forestazione e bonifica montana relativi al triennio 2015-2017. «Ai 210 milioni già trasferiti agli enti delegati si aggiungeranno, non appena riceveremo le rendicontazioni, altri 28 milioni che consentiranno il completamento di tutti i progetti finanziati nelle annualità precedenti ed il pagamento degli stipendi arretrati ai lavoratori forestali», ha fatto sapere con una nota Franco Alfieri. «Grazie alle significative novità introdotte sul piano normativo e, soprattutto, ad un nuovo approccio improntato alla produttività e all’efficacia, stiamo trasformando radicalmente il comparto forestale, in passato considerato dai più un peso insostenibile perché improduttivo e che per noi rappresenta, invece, una leva strategica per la crescita socio-economica delle nostre aree interne», ha concluso Alfieri.

FLAI CISL: BUONA NOTIZIA, MA ATTENDIAMO I DECRETI. «Come annunciato durante l’incontro dell’11 ottobre scorso con il consigliere delegato all’Agricoltura del Presidente della Regione, Franco Alfieri, alla presenza di Fai Cisl, Uila Uil e Uncem, la giunta guidata dal governatore Vincenzo De Luca, ha liberato la prima tranche dei fondi destinati al settore della forestazione in Campania. E’ una buona notizia per tutti i lavoratori, che a breve potranno percepire una prima parte degli stipendi maturati durante l’anno in corso», scrive in un comunicato il segretario generale della Flai Cgil Campania, Giuseppe Carotenuto. «Attendiamo adesso i decreti di pagamento e saremo attenti a vigilare affinchè questo passaggio avvenga in tempi brevi, così come lo sblocco degli altri 20 milioni di euro che completano il finanziamento da 40 milioni di euro stanziato per il 2018».