A 40 anni muore sul campo di calcetto a Rende. Dolore nella comunità di Pratola Serra

Una morte inspiegabile, avvenuta nella serata di martedì nel cosentino. Non è chiara infatti la causa del decesso. Inutili i tentativi di rianimare Francesco Iapicca figlio di genitori originari di Pratola Serra. Disposta l'autopsia

Muore sul campo di calcetto a 40 anni. Sentimenti di cordoglio e dolore a Pratola Serra per la notizia del lutto che ha colpito due pratolina trasferiti in Calabria, la famiglia Iapicca, per la morte del loro figlio Francesco.

Una morte inspiegabile, avvenuta sul campo di calcetto nella serata di martedì a Rende, nel cosentino. Non è chiara infatti la causa del decesso, che secondo voci non confermate per ora da alcun riscontro medico potrebbe essere avvenuta in seguito ad un infarto fulminante. Inutili i tentativi di rianimarlo con il defibrillatore in dotazione alla struttura sportiva dove è avvenuto il fatto, l’Azzurra di Roges.

Per queste ragioni si è disposta l’autopsia sul corpo del 40enne, molto noto in città per la sua attività di gestore di uno dei locali può noti della zona, il Bside. La salma è stata posta sotto sequestro presso il Centro di Medicina Legale di Cosenza.