Laceno, il Comune di Bagnoli recupera la disponibilità degli impianti. Il Tar dà ragione al sindaco

Conclusa la vertenza sulle seggiovie dell'Altopiano. Il Sindaco Teresa Di Capua. Domenica 21 ottobre alle ore 12:30 conferenza stampa nel Castello Cavaniglia

Il Comune di Bagnoli ha recuperato la piena disponibilità degli impianti invernali del Laceno. Lo ha fatto sapere il Sindaco Teresa Di Capua, che ha inviato una nota agli organi di informazione corredandola con l’estratto della sentenza.

«Il TAR di Salerno si è pronunciato in data odierna sulla vertenza seggiovie sul Laceno», ha fatto sapere il primo cittadino, soddisfatta per un esito che confessa di avere atteso fiduciosa. «Si tratta di una sentenza che ci rasserena, eravamo ottimisti e fiduciosi in un esito positivo. E’ una sentenza che fa chiarezza sulla reale proprietà degli spazi ad oggi occupati dal gestore e che cristallizza in maniera tombale e definitiva gli aspetti più rilevanti di tutta la vicenda», ha dichiarato.

Il Sindaco di Bagnoli Irpino, Teresa Di Capua

A questo punto, «prendiamo atto di quanto accertato dai giudici di Salerno: la decisione di oggi ci consente ora di andare avanti, ancora più convinti, nel nostro progetto di sviluppo dell’intera area del Laceno e nella nostra strategia per il rilancio turistico della stazione sciistica con l’ammodernamento degli impianti di risalita».

E in tal senso «stiamo già lavorando dall’indomani dell’insediamento della nostra amministrazione». Non disdegna una stoccata il Sindaco: «Posso solo concludere dicendo che chi auspicava, per il Comune, un risultato negativo del giudizio non ha davvero a cuore le sorti del paese e del Laceno».

Domenica prossima, 21 ottobre, alle ore 12:30, presso il Castello Cavaniglia di Bagnoli Irpino, l’Amministrazione Comunale terrà una conferenza stampa nell’ambito della quale renderà note le linee programmatiche per lo sviluppo turistico e culturale di Bagnoli Irpino e dell’Altopiano.

Le piste del Lago Laceno a Raiamagra

La nota riporta il dispositivo finale della sentenza. «Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, lo accoglie nei limiti indicati in motivazione» (cioè nella facoltà per i privato di recuperare le proprie attrezzature) e «respinge tutte le restanti domande della società ricorrente e degli interventori», condannando «la società ricorrente e gli interventori, in solido tra loro, al pagamento nei confronti del Comune resistente delle spese del presente giudizio che liquida in euro 3mila euro, oltre accessori di legge» e «dispone che le spese per la verificazione, liquidate in complessivi € 1.000,00 (mille/00) oltre oneri accessori se dovuti, siano definitivamente poste, in solido, a carico delle medesime parti». questa la sentenza del Tar che rende vincitore il Comune di Bagnoli Irpino. Il Comune di Bagnoli è stato difeso dall’Avv. Vincenzo Barrasso di fronte ai giudici amministrativi.


IL DOCUMENTO | Il dispositivo della sentenza emessa dal Tar di Salerno