Radioterapia ad Ariano, c’è il decreto della Regione. A Mirabella attiva subito

Nel corso dell'inaugurazione del Centro di Radioterapia IMRT di Mirabella Eclano, il presidente del Consiglio regionale annuncia del servizio di terapia radio che ci sarà ad Ariano Irpino

Mirabella Eclano – Via libera della Regione Campania per il servizio di radioterapia presso l’Ospedale Sant’Ottone Frangipane di Ariano Irpino. Ad annunciarlo il presidente del consiglio regionale Rosa D’Amelio nel corso dell’inaugurazione del servizio di radioterapia ad intensità modulata IMRT. Presso la Casa di Cura Villa Maria, appena inaugurato il servizio di ultimissima generazione. Se ad Ariano la Regione consente di programmare un servizio atteso da tempo sul Tricolle, a Mirabella è ormai disponibile da subito.

“Una specialità che non solo servirà a contrastare le migrazioni in uscita nel settore dell’oncologia, ma farà da calamita per quanti vorranno venire a curarsi nel nostro territorio”. A parlare il presidente del consiglio regionale D’Amelio. “Diamo risposte ai tanti malati oncologici ed è positivo che da una realtà come Villa Maria c’è un investimento su un macchinario che non si trova facilmente”, prosegue D’Amelio.

L’atrio della clinica Villa Maria

0Quasi sei milioni di euro per la realizzazione del Centro di Radioterapia Avanzata UPCM Hillman Cancer Center. Due milioni circa di lavori al piano terra della clinica per mettere in funzione l’intero sistema. Un traguardo e un inizio per “fare in modo che da qui possiamo poi offrire servizi sempre maggiori e puntare a divenire polo oncologico dell’area. Ha dichiarato il presidente della clinica Domenico Covotta. Il capo d’azienda ha poi affermato, “siamo certi che stiamo dando inizio ad un attività molto sentita dalle nostre popolazioni. Occorre migliorare le condizioni delle aree interne senza egoismi di parte e continuare a lavorare per sviluppare e rendere migliore la nostra comunità”.

Nessuna dicotomia pubblico – privato per Maurizio Petracca, consigliere regionale e presidente della Commissione Agricoltura, che afferma: “continuiamo così e proviamo a realizzare una sanità attrezzata sul territorio. La struttura privata convenzionata risponde alle necessità dei cittadini e noi dobbiamo lavorare nell’interesse del cittadino. E’ quello lo scopo. Dobbiamo essere sinergici, come in questo caso”.

La sala della radioterapia a Villa Maria

Intanto, dichiara il presidente del consiglio regionale “per la radioterapia ad Ariano mi sono battuta molto. Il decreto è stato fatto. Si tratta di iniziare i lavori”.

Il Centro che nasce a Passo Eclano accoglierà e assisterà pazienti della Campania e del Centro Sud. Il sito sarà dotato di “Varian TrueBeam STX”, spiega il professor PierCarlo Gentile in una nota stampa. Il direttore Medico Responsabile di UPCM dichiara: “si tratta di una piattaforma totalmente integrata e di elevata precisione e velocità per la localizzazione e il trattamenti di tumori. I vantaggi di questa metodica sono molteplici e riguardano la riduzione dei tempi di erogazione della terapia che si traduce in una migliore tollerabilità del trattamento”.

Il tavolo dei relatori
Il Presidente di Villa Maria Covotta

“UPMC è presente il Italia da oltre vent’anni” dichiara il vicepresidente dell’azienda Bruno Gridelli. Il professore presente al tavolo dei relatori ha ricordato l’impegno missionario della rete che “porta le migliori cure in località in cui tali cure non sono ancora disponibili. Il Centro di Mirabella potrà contare sulle conoscenze e il pieno supporto non solo di UPMC San Pietro Fatebenefratelli di Roma ma anche di UPMC Hillman Cancer Center di Pittsbugh.

Tra i presenti, il presidente della Città dell’Alta Irpinia Ciriaco De Mita, il presidente di Confindustria Avellino Pino Bruno, Luigi Famiglietti, Giuseppe De Mita, deputati della scorsa legislatura, quindi l’attuale onorevole Umberto del Basso De CaroAl tavolo dei relatori il direttore dell’Asl Avellino Maria Morgante, il presidente Covotta, Bruno Gridelli vice presidente UPMC e l’onorevole Rosa D’Amelio. Al taglio del nastro il Vescovo della Diocesi Ariano Irpino Lacedonia, S.E. Mons. Sergio Melillo. Numerosi i sindaci del comprensorio presenti.

“Un obiettivo importante” per il direttore Morgante. “Siamo a lavoro anche per l’ospedale di Ariano dove a breve inaugureremo la lungodegenza e appunto, spingiamo per la radioterapia a fronte della forte richiesta del territorio”.