Torella, truffa sulla casa vacanze: 3 donne denunciate

Partita da una denuncia contro ignoti presentata da una signora di Cassano Irpino le indagini della Compagnia di Montella dei Carabinieri hanno portato al deferimento in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria di una 21enne ed una 39enne della provincia di Napoli nonché una 22enne della provincia di Caserta

Aveva affittato una casa per le vacanze, ma si è ritrovato truffato.

Sono state denunciate dai Carabinieri tre donne a Torella dei Lombardi. L’operazione dell’Arma nell’ambito delle attività di contrasto a questo genere di reati su iniziativa del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino “Difenditi dalle truffe”.

La Compagnia dei Carabinieri di Montella ha proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria numerosi soggetti responsabili di truffe di vario genere ed in particolare per quelle on-line. E proprio per quest’ultima tipologia di reato, i militari della Stazione di Torella dei Lombardi, prendendo spunto da una denuncia contro ignoti presentata da una signora di Cassano Irpino, iniziavano immediatamente un’attività investigativa all’esito della quale hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria una 21enne ed una 39enne della provincia di Napoli nonché una 22enne della provincia di Caserta.

Il manifesto stampato dai Carabinieri con i consigli per difendersi dalle truffe

Nel corso delle accurate indagini eseguite dai Carabinieri, sono emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti delle tre donne che, senza esserne né proprietarie né delegate, aveva fraudolentemente pubblicato su un noto sito online un annuncio per l’affitto di una splendida casa nel comune di marina di Camerota (SA), per il periodo estivo.

Grazie a foto panoramiche mozzafiato ed al prezzo conveniente, riuscivano a persuadere la potenziale affittuaria che, convinta che si trattasse di un buon affare, non esitava a versare 400 euro d’acconto, mediante ricarica su carta prepagata.
Ma, incassato il denaro, le predette facevano perdere le proprie tracce, rendendosi irreperibili su tutte le utenze fornite.

Solo a questo punto la malcapitata non aveva più alcun dubbio del raggiro in cui era incappata e non indugiava a denunciare l’accaduto ai Carabinieri.
A seguito di mirate indagini, i militari sono riusciti ad identificare le tre donne che sono state denunciate perché ritenute responsabili del reato di Truffa in concorso.