Provincia, si rifanno tutte le strade
Cantieri per 5 milioni di euro

Accordi Quadro per i quattro ambiti provinciali. Lavori alle strade provinciali per quasi cinque milioni di euro.

Quasi cinque milioni di euro per il miglioramento e la messa in sicurezza stradale dei quattro ambiti della Provincia di Avellino. Nello specifico, l’Ente Provincia ha messo mano a quattro milioni e mezzo di euro presi “dall’avanzo di amministrazione”. A spiegarci Giovanni Romano consigliere provinciale.

“Una scelta coraggiosa e presa in sede consiliare”, prosegue Romano. “I progetti sono stati già predisposti e sono in fase di aggiudicazione”. Per quanto riguarda l’ambito Nord – Ovest il riferimento è il consigliere di Grottaminarda. Dichiara: “per metà ottobre dovremmo dare avvio ai lavori. Si tratta di un investimento massiccio e molto importante che darà nuovo volte alle nostre arterie”.

L’ingresso alla amministrazione provinciale

L’area in questione vedrà un importante rifacimento del manto stradale della fondovalle Ufita. “Partiremo con i lavori dalla zona ASI fino all’altezza di Bisaccia”, dichiara Romano. Ancora saranno rimesse a nuovo le tratte comprese tra Grottaminarda e Carpignano, la zona adiacente Villamaina e in particolare l’arteria che conduce alle Terme. Poi ancora la zona del Miscano nell’arianese e la Baronia.

“Sulla fondovalle Ufita non si metteva mano da un po’ di anni. Mi sono battuto molto nell’interpretare le esigenze dei cittadini che lamentavano disagi nella percorribilità di alcune arterie. C’è una programmazione mirata a monte. Stiamo lavorando molto”. Così Giovanni Romano. Tutto l’iter frutto di un lavoro di squadra è stato guidato dal presidente Domenico Gambacorta.

Definito un accordo quadro della durata di due anni per la messa in sicurezza degli ambiti interessati. Si tratta di circa 1600 chilometri di arterie prese in carico da Palazzo Caracciolo. Gli accordi sono stati definiti preventivamente circa un anno fa con il coinvolgimento dei Comuni di Montemiletto, Parolise, San Mango sul Calore, San Martino Valle Caudina, Sant’Angelo all’Esca, Taurasi.

Giovanni Romano per la parte relativa all’ambito Nord Ovest e il consigliere Luigi De Angelis (ambito Sud Est) hanno effettuato dei piani di ricognizione preventiva per presentare le aree in cui si ravvisano maggiore criticità. Ancora prima l’Ente Provincia ha siglato altri Protocolli d’Intesa con altri Comuni tra cui Frigento, Lapio, Chiusano San Domenico, Morra de Sanctis, Lacedonia.

Un cammino iniziato da mesi e che si appresta a manifestarsi nella sua concretezza. Un lavoro corposo di supervisione, presa in considerazione e organizzazione strategica delle risorse.