Viaggiava con pistola, machete e lampeggiante: arrestato a Flumeri

Suv intercettato durante un posto di blocco a Grottaminarda dai militari della locale Stazione. L'uomo è stato sottoposto ai domiciliari dalla Procura di Benevento

Aveva in macchina una pistola a tamburo, occultata in un marsupio posto sul sedile, carica e pronta all’uso, e, nel bagagliaio del veicolo, un machete di oltre mezzo metro, un lampeggiante blu simile a quello in dotazione alle auto “civetta” delle Forze dell’Ordine nonché una decina di cartucce calibro 12 a “palla unica”.

I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, nell’ambito di un servizio ad “Alto impatto” predisposto dal Comando Provinciale di Avellino e finalizzato a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno tratto in arresto a Flumeri un 53enne di Sturno ritenuto responsabile dei reati di Porto abusivo di armi e munizioni, possesso di segni distintivi contraffatti nonché irregolare detenzione di armi e munizioni.

Nello specifico, durante un posto di blocco a Grottaminarda, i militari della locale Stazione, unitamente ai colleghi dell’Aliquota Operativa, hanno proceduto al controllo di un suv condotto da un 53enne di Sturno che, opportunamente interpellato, ha riferito agli operanti di non aver nulla da nascondere ma appariva inspiegabilmente molto agitato.

La Caserma dei Carabinieri di Ariano

L’attività di polizia giudiziaria, estesa all’abitazione del fermato, permetteva agli operanti di rinvenire e sottoporre a sequestro altre armi e munizioni che, sebbene anch’esse regolarmente denunciate, risultavano detenute in un luogo diverso rispetto a quello notificato.

Alla luce delle evidenze emerse dalla flagranza di reato, il 53enne è stato dichiarato in arresto e, dopo le formalità di rito espletate in Caserma, sottoposto ai domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Benevento.