Al Partenio Avellino di nuovo vincente e a punteggio pieno nella gara casalinga d’esordio, forte di aver anche recuperato lo storico stemma in settimana.

Circa duemila tifosi sugli spalti per la prima partita in casa dell’Avellino Calcio nel Campionato di Serie D. Con Ciotola e DE Vena in attacco, la squadra di Graziani puntava ai tre punti per mantenersi a punteggio pieno in questo scorcio iniziale del torneo. L’impresa è riuscita, ma non è stato un turno semplicissimo. Dopo un avvio in attacco per i biancoverdi, gli ospiti al primo vero affondo trovano le rete del vantaggio con Pippi, che insacca a porta vuota un pallone sfuggito alla difesa avellinese, su cross dalla sinistra. Il colpo si fa sentire e il copione della partita sembra cambiare.

L’ingresso allo stadio Partenio di Avellino

Cinque minuto dopo gli ospiti potrebbero raddoppiare con Massella, che non sfrutta un pallone invitante non intercettato ancora una volta dai difensori di casa. Il pericolo scampato suona come una sveglia per i bianconeri, che sfiorano subito il pareggio con un tiro di Ciotola, deviato sulla traversa dall’estremo difensore dell’Albalonga. Nonostante il sospetto di una deviazione con il braccio, il gioco prosegue fino al riposo senza ulteriori emozioni.

Il patron della Ssd Avellino riceve da Mario Dell’Anno lo storico stemma dell’Us Avellino

Ma negli spogliatoi Graziani si fa sentire. La ripresa si apre con i padroni di casa più tonici, proiettati in attacco. L’uno due firmato da De Vena e Morero al secondo e al quarto minuto ribaltano il risultano e, di fatto, chiudono la pratica. Graziani decide di non correre rischi e rinforza il centrocampo con Acampora, che sostituisce De Vena. I padroni di casa chiudono gli spazi e portano a casa una vittoria importante che fa morale, anche per la prova di carattere offerta dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio. In classifica i Lupi guardano tutti dall’alto in basso, salvo Monterosi e Vis Artena, a punteggio pieno. Prossimo appuntamento mercoledì ad Anzio con inizio alle ore 15.

Soddisfazione del tecnico, che dopo la partita ha spiegato di aver chiesto una reazione ai suoi dopo l’esito deludente della prima frazione di gioco. «Più che le scelte tattiche, a farci vincere è stato l’atteggiamento diverso dei ragazzi in campo, entrati in campo nella ripresa con convinzione». Per Graziani sono emerse anche utili indicazioni in vista dei prossimi impegni, a cominciare da quello in programma mercoledì. “In questo momento dobbiamo cercare di compattarci ancora di più quando non abbiamo la palla, lavorare sulla fase di riconquista e di non possesso perchè poi in velocità ed in costruzione abbiamo alternative importanti in grado di farci trovare la via del goal”.

Felice della prestazione propria e della squadra Alessandro De Vena, autore della seconda rete in due partite di campionato. Nelle sue dichiarazioni la consapevolezza che la piazza importante di Avellino avrà molte soddisfazioni quest’anno dalla sua squadra.