La Cisl annuncia la stipula dell’accordo sull’integrativo di gruppo siglato con la Ferrero. In Campania l’accordo interessa il sito di San Angelo dei Lombardi, la piattaforma logistica di Marcianise e la struttura vendita. Si tratta di un accordo teso a rafforzare le relazioni sindacali nel segno della trasformazione verso l’industria 4.0, con particolare attenzione alla formazione continua e alla conciliazione famiglia-lavoro. La novità assoluta sta nel protagonismo della responsabilità sociale dell’impresa e dello sviluppo sostenibile, che chiama in causa anche il ruolo decisivo della partecipazione e della crescita delle competenze dei lavoratori.

La firma dell’accordo fra la rappresentanza dell’azienda e Raffaele Tangredi della Fai Cisl Campania

L’annuncio è arrivato dal segretario generale della Fai- Federazione agroalimentare della Cisl Campania Raffaele Tangredi. “Siamo molto soddisfatti per aver firmato un accordo che incrementa welfare e salario, i permessi per la genitorialità, gli strumenti della bilateralità, le garanzie occupazionali. Ancora una volta, la qualità delle relazioni industriali coltivate con il gruppo Ferrero ha portato a una prospettiva positiva per il futuro dell’azienda e dei tanti lavoratori coinvolti”.

L’accordo prevede la creazione di gruppi di lavoro permanenti sui temi dell’organizzazione, condizioni di lavoro, formazione professionale e aggiornamento delle competenze. Si prevede un sistema di partecipazione strategica che prevede il coinvolgimento e la consultazione preventiva obbligatoria di un rappresentante dei lavoratori prima dell’approvazione del piano strategico. E’ prevista dunque una concertazione fra sindacati, azienda e altri partners per lo sviluppo delle competenze e conoscenze dei lavoratori alla luce dell’applicazione del protocollo Industria 4.0. Grazie a questo accordo, le parti si impegnano nella definizione di una nuova classificazione dei ruoli professionali basata sul saper fare (conoscenze tecniche, procedure, abilità ed ealtro) e sul saper essere (competenze comportamentali e di lavoro in gruppo), che porterà alla costituzione di un “passaporto della professionalità”.

L’ingresso principale dell’azienda in Contrada Porrara a Sant’Angelo dei Lombardi

L’accordo integrativo riserva particolare attenzione ai temi dell’ambiente, della salute e sicurezza lavorativa e in particolare alla prevenzione degli infortuni, delle malattie professionali e alla rimozione delle barriere architettoniche. Il tema della conciliazione vita-lavoro sarà oggetto di diversi interventi tra cui le modalità di utilizzo delle ferie e dei permessi retribuiti, le flessibilità di orario e il part-time. In tale ambito inoltre viene introdotto il lavoro agile (Smart Working) che potrà svolgersi per due giorni alla settimana al di fuori della sede aziendale. E’ previsto inoltre, un sistema di welfare, con 100 euro annui aggiuntivi a quanto previsto dal contratto nazionale dei metalmeccanici, per misure di sostegno alla genitorialità, previdenza integrativa, mobilità sostenibile e permessi solidali. Infine verrà istituito un premio di risultato di circa mille e 100 euro annui, che prevede una maggiorazione fino al 25% in caso di “conversione” in welfare da parte del lavoratore.