Maraia (M5s): «Piano ospedaliero da rifare»

Lettera ai Ministri della Salute e dell'Economia per chiedere un azzeramento dell'operato in corso nella Regione Campania in materia di sanità. Un attacco frontale aL Commissario Vincenzo De Luca, con una esplicita sollecitazione ad intervenire per la rimozione del Direttore Generale dell'Asl, Maria Morgante

Per il deputato Maria (M5s) “il Piano ospedaliero è da rifare”. Con una lettera indirizzata ai Ministri dell’Economia e della Sanità il deputato arianese Generoso Maraia sollecita l’azzeramento della programmazione ospedaliera, giungendo a chiedere la rimozione dell’attuale commissario, il Governatore Vincenzo De Luca, ma anche il Direttore Generale dell’Asl di Avellino, Maria Morgante.


LA LETTERA DEL DEPUTATO M5S MARAIA AI MINISTRI TRIA E GRILLO

Il presidio ospedaliero dell’Asl “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano

In particolare, chiede ai Ministri “di voler disporre la riadozione del Piano Ospedaliero il quale deve essere modificato al fine di garantire il rispetto degli standard di cui al DM 70/2015 con istituzione di 20 DEA di I Livello dislocati all’interno di tutte le macroaree della Regione e con la programmazione della fusione delle cliniche private sotto soglia 60”, garantendo al Sant’Ottone Frangipane di Ariano la riclassificazione.

Il deputato pentastellato Generoso Maraia

Inoltre, punta alla modifica del provvedimento DCA n. 49/2018 “al fine di garantire nella macroearea Avellino-Benevento la programmazione di 6 acceleretarori lineari, per dislocare su 3 punti d’accesso (da individuare in ospedali pubblici), ciascuno con dotazione di due unità di radioterapia. Maraia chiede un ridimensionamento delle strutture private nel servizio sanitario regionale nella macroarea Avellino-Benevento, “riducendo il numero di posti letto ospedalieri privati entro la percentuale regionale, riassegnando all’ASL AV la gestione dei 111 posti letto” della Fondazione Don Gnocchi.

Infine, chiede di “sollecitare la Regione ad attivare le procedure per dichiarare la decadenza del Direttore Generale della ASL di Avellino” e “di proporre al Consiglio dei Ministri la revoca del Commissario De Luca per mancato raggiungimento degli obbiettivi e di voler procedere alla nomina di un nuovo Commissario”.