Boccia ad Avellino: «Pd partito dei giovani e del lavoro»

«NON CONSENTIREMO ALLA DESTRA DI TORNARE INDIETRO SU DIRITTI E AMBIENTE». ll commissario del Partito Democratico in Campania è intervenuto alla Direzione provinciale in via Tagliamento indicando la piattaforma programmatica in vista delle elezioni politiche

Il commissario del PD Campania Francesco Boccia ad Avellino ha concluso una giornata intensa di incontri e riunioni in vista della imminente campagna elettorale per le politiche del 25 settembre. Il deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali, è intervenuto alla Direzione della federazione provinciale del Partito democratico di Avellino, in via Tagliamento, indicando la piattaforma programmatica del partito, che si appresta a definire nel solco dell’agenda Draghi un campo di alleanze coerenti.

Francesco Boccia

«Il Partito Democratico è il partito dei giovani e del lavoro, qui si gioca la sfida per il futuro del nostro Paese», ha sottolineato Boccia. «Sul lavoro basta tentennamenti, è necessario rompere ogni schema precostituito. Questo significa garantire una mensilità all’anno in più per tutti i lavoratori, salari più alti e costo del lavoro più basso; basta con le inutili guerre tra poveri o con chi, dall’alto dei propri privilegi, accusa chi sopravvive grazie al reddito di cittadinanza». A questo proposito, Boccia ad Avellino ha indicato quella del diritto al lavoro come la priorità. «È nostro dovere separare e proteggere chi ha bisogno di assistenza da chi deve trovare un lavoro e il lavoro dev’essere retribuito adeguatamente con un salario minimo e senza più stage e tirocini gratuiti».

Partito Democratico Avellino

«QUESTIONE GIOVANILE PRIORITARIA, NON CONSENTIREMO ALLA DESTRA DI TORNARE INDIETRO SU, DIRITTI E AMBIENTE». In una società che cede poche opportunità ai giovani di lavorare, Boccia ad Avellino ha impegnato il Pd a raccogliere la loro sfida per il futuro. « I giovani italiani devono sapere che il PD sarà in prima linea per difendere l’Europa, la loro Europa, dalla destra dei muri e dei fili spinati. Saranno loro i protagonisti della società digitale e dovranno vivere in un contesto di diritti civili garantiti, senza il rischio di ritrovarsi di nuovo nel Medievo dei diritti». Su tutti questi temi, per Francesco Boccia il voto del 25 settembre è uno spartiacque. «Non consentiremo alla destra di tornare indietro. Davanti a noi c’è il futuro, la salvaguardia dell’ambiente, la transizione ecologica che per noi è l’addio per sempre al carbone, a differenza della destra che predica il ritorno alle fonti inquinanti».


LEGGI ANCHE:

“Pd unito in Campania per battere la destra”, Boccia: poi congresso

Elezioni politiche 2022, il Pd riunisce la Direzione ad Avellino

«Clemente Mastella e Noi di Centro pronti a correre da soli»

PNRR al Sud, Cgil-Cisl-Uil incontrano il Governo Draghi

Positivi al coronavirus in Irpinia 391 (su 1.983 test). In Campania 4.535 casi e 7 morti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI