Webuild assume e forma per l’Apice-Hirpinia 800 addetti, 100 subito

Nasce la 'Scuola dei mestieri' nel lotto Apice-Hirpinia per giovani senza lavoro. Il Gruppo: «La linea Av/Ac Napoli-Bari, modello di infrastruttura sostenibile»

Linea AV/AC Napoli – Bari: Tratta Napoli Cancello. Foto dai file di Margherita Acierno di Webuild Spa

Webuild assume e forma per l’Apice-Hirpinia 800 addetti. Saranno reclutati tutti nei territori vicini ai cantieri per essere preparati dai tecnici e dagli ingegneri del Gruppo nello scavo meccanizzato. Verranno impiegati nei lavori con le frese in arrivo dalla Cina.

Webuild assume e forma per l’Apice Hirpinia

L’uso delle Tbm è essenziale per via delle caratteristiche di questa tratta che supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino con la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra infatti la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto particolarmente complesso dal punto di vista paesaggistico.

In arrivo frese giganti dalla Cina: sbarcheranno intorno al 10 gennaio nei porti di Bari e Barletta. Le grandi Tbm, le frese meccaniche che scaveranno le gallerie per realizzare i tunnel della nuova linea ferroviaria ad alta velocità e alta capacità Napoli-Bari, sono già in viaggio. I giganti con un diametro di 13 metri e una lunghezza di 100 metri arriveranno intorno al 10 gennaio ai porti di Bari e di Barletta e dovranno essere trasportate fino a Grottaminarda, nei cantieri dove si costruisce l’opera. Il loro sbarco in Italia non è solo il lancio di un maxi piano logistico (ci vorranno almeno 130 viaggi di autoarticolati in grado di sopportare pesi fino a 170 tonnellate), ma un’occasione per dar vita a una delle più grandi operazioni di reclutamento e formazione del personale nella recente storia delle costruzioni italiane. Sui cantieri della Napoli-Bari saranno infatti in funzione 8 Tbm, macchine così complesse da aver bisogno di 100 lavoratori ciascuna, più un indotto di altri 100.

Nasce la ‘Scuola dei mestieri’ nel lotto Apice-Hirpinia per giovani senza lavoro. Da qui la decisione del Gruppo Webuild, che sta realizzando il lotto Apice-Hirpinia dell’opera, di lanciare proprio su quest’opera la ‘Scuola dei Mestieri’, un progetto nazionale che sul cantiere campano vedrà forse l’esperimento più consistente. L’idea è quella di assumere circa 800 persone, tutte provenienti dai territori vicini ai cantieri, che dovranno essere preparate e formate dai tecnici e dagli ingegneri di Webuild, alcuni tra i più esperti al mondo nello scavo meccanizzato. «La sfida è delle più ambiziose: riuscire a trasformare agricoltori, manovali, pizzaioli, e chiunque voglia entrare nel mondo delle grandi infrastrutture in operai esperti di scavo meccanizzato». È l’obiettivo della “Scuola dei mestieri” Webuild, rivolta ai giovani e a persone senza lavoro. Dall’elettricista al meccanico fino all’operatore Tbm, i nuovi assunti saranno formati dai tecnici Webuild, dando così una spinta considerevole all’occupazione dei territori coinvolti dai progetti.

Il project manager Moriello: entro inizio 2022 le prime 100 assunzioni. «L’obiettivo è di avere per ogni Tbm il 30% del personale già altamente preparato e il 70% da formare. Entro i primi mesi del 2022 siamo pronti ad assumere circa 100 persone dai territori limitrofi», spiega l’ingegnere Vincenzo Moriello, project manager della tratta Apice-Hirpinia, con un’esperienza internazionale maturata dalle metropolitane di Roma e Milano fino a quelle di Riyadh e Doha. Webuild assume e forma per l’Apice-Hirpinia figure professionali qualificate a livello internazionale per i grandi cantieri delle opere pubbliche, quindi.


Linea AV/AC Napoli – Bari: l’infografica

Webuild assume e forma per l’Apice-Hirpinia dove sono già impiegati 220 persone (600 compresa la Napoli Cancello). Già oggi nella tratta Apice-Hirpinia lavorano 220 persone; e sono 600 in tutto se si considera anche l’altra tratta di Napoli-Cancello affidata sempre a Webuild, e 500 le imprese fornitrici impegnate su entrambi i cantieri.

Webuild si prepara ad aprire i cantieri delle tratte Bovino-Orsara e Hirpinia-Orsara. Oltre alle due tratte Apice-Hirpinia e Napoli-Cancello, Gruppo Webuild si è recentemente aggiudicato anche la progettazione e l’esecuzione dei lavori sulla Bovino-Orsara e Hirpinia-Orsara. Quest’ultima ha un valore contrattuale da 1 miliardo di euro e prevede la costruzione di altri 28 chilometri di linea, di cui la quasi totalità (27 chilometri) costruiti in galleria. Un’opera di grande eccellenza che permetterà ai treni di raggiungere i 250 km/h arrivando a creare nel complesso 15mila posti di lavoro.

Il progetto
  • Hirpinia Orsara Bovino, aggiudicati a consorzi guidati dalla Webuild i lavori per la Napoli Bari nei tre lotti

    SCHEDA PROGETTO LINEA FERROVIARIA AV/AC NAPOLI-BARI TRATTE NAPOLI-CANCELLO E APICE-HIRPINIA (aggiornamento al 30 novembre 2021). La linea ferroviaria AV/AC Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia. Con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, la linea permetterà di avvicinare nord e sud del paese con la previsione di viaggio da Milano a Bari in sei ore. Sulla Napoli-Bari i treni viaggeranno infatti fino alla velocità di 250 Km/h attraversando numerosi territori interni per collegare comunità e economie a rischio spopolamento, abbattendo i tempi di percorrenza dalla Puglia verso la Campania, il Lazio e il resto del centro-nord e viceversa.

  • L’IMPEGNO DEL GRUPPO WEBUILD. Il Gruppo Webuild è impegnato nella realizzazione di due tratte della linea AV/AC Napoli-Bari, ossia la Apice-Hirpiniae la Napoli-Cancello. La prima prevede una sezione lunga 18,7 Km tra la stazione di Apice in provincia di Benevento e quella di Hirpinia sita nel comune di Ariano Irpino in provincia di Avellino, la costruzione della stazione di Hirpinia, 3 gallerie naturali e 4 viadotti. La tratta Napoli-Cancello, che prevede una sezione di 15,5 Km tra il capoluogo campano e località Cancello, consentirà di portare i binari della linea a servizio della nuova stazione di Napoli-Afragola che in futuro diventerà la fermata di interscambio passeggeri tra i servizi regionali e l’alta velocità incrementando l’accessibilità complessiva al trasporto ferroviario nel nodo di Napoli. Ѐ prevista, infine, la realizzazione della nuova stazione di Acerra e di due nuove fermate per i servizi metropolitani, Casalnuovo e Centro Commerciale.
  • CANTIERI VOLANO ECONOMICO. La realizzazione della nuova linea AV/AC Napoli-Bari si sta affermando anche come volano di sviluppo economico ed occupazionale nell’area: le due tratte vedono oggi all’opera oltre 600 addetti tra diretti e indiretti e una lunga filiera di fornitori rappresentata da circa 500 aziende soprattutto nazionali.

LEGGI ANCHE:

Stazione TAV di Afragola e Aeroporto di Napoli collegati con la metro, presentato il progetto

In Campania i positivi al Covid-19 sono 1.770 (4,43% dei test) con 8 morti

Open day vaccinale in Irpinia oggi, anche terza dose, ma su prenotazione: link e sedi

Vaccinazione Covid per i bambini in Irpinia da oggi nei Distretti Asl e in 3 scuole. Link

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI