Salini-impregilo, oggi Webuild, realizza le tratte ferroviarie Napoli-Cancello e Apice e Hirpinia lungo la linea di Alta Velocità/Capacità Napoli-Bari

Il cantiere dell’alta capacità a Grottaminarda accelera. È atteso l’arrivo dei mezzi e dei componenti per assemblare la fresa con cui si scaverà la prima galleria, che porta lo stesso nome della città ufitana. Si mette in moto la complessa macchina preparatoria in vista dell’inizio in autunno dei lavori. Campo base e viabilità di servizio sono il primo passo adesso, spiega il Sindaco Angelo Cobino. Sono attesi a Grottaminarda gli elementi con cui si assemblerà la Tbm – Tunnel Boring Machine, la fresa che permetterà la meccanizzazione completa dello scavo per la realizzazione della galleria “Grottaminarda” (e poi di quelle successive, come la “Melito” e la “Rocchetta Tav”), compreso il rivestimento. La Tbm permetterà di arrivare all’area dove sarà costruita la stazione Hirpinia.


Itinerario Napoli-Bari – Raddoppio tratta Apice-Orsara: dettaglio della Galleria “Grottaminarda”

Lo aveva preannunciato la Webuild nel corso del recente incontro nella sala consiliare di Grottaminarda, insieme alla possibilità di mitigare al meglio l’impatto veicolare dal casello autostradale alla variante Anas. Il Comune infatti ha predisposto la sistemazione dei mezzi che trasferiranno gli elementi della perforatrice nell’area del cartodromo, per consentirne poi l’assemblaggio e procedere vero il campo base Hirpinia. La fresa meccanica percorrerà 1, 9 km sul territorio di Grottaminarda e a seguire sarà in azione per 4 km fino a Melito Irpino. Da quel punto percorrerà ancora 6 km fino ad Apice dove incontrerà una seconda talpa impegnata nelle operazioni di scavo da versante opposto.

Angelo Cobino sindaco di Grottaminarda

“Arriveremo così a Santa Sofia, sul territorio di Ariano Irpino”, sottolinea il Sindaco di Grottaminarda Angelo Cobino, ricordando la sottolineatura fatta qualche giorno fa sul Tricolle. “L’opera, di cui il terminal è una parte funzionale allo sbocco in Valle Ufita in prossimità dell’area industriale e dell’autostrada, appartiene alla intera provincia di Avellino, capoluogo compreso, e a tutta la Regione”, spiega Cobino. “Sono costretto a replicare a qualcuno che in questo momento faccio le parti della comunità di Ariano, dal momento che mantengo vivi dei rapporti antichi con la comunità”, chiude la parentesi il sindaco di Grottaminarda.

IL CANTIERE AVRÀ UN CAMPO BASE CON VIABILITÀ AUTONOMA REALIZZATI DA WEBUILD (EX SALINI IMPREGILO). Il cantiere dell’alta capacità a Grottaminarda non avrà impatti sulla viabilità, il traffico e la vita quotidiana dei residenti. I mezzi pesanti che arriveranno a breve stazioneranno nelle aree assegnate fuori della città e, come da accordi intercorsi, i lavori di scavo saranno effettuati in orario notturno. I mezzi utilizzeranno una viabilità esterna che realizzerà l’impresa. La viabilità connetterà il campo base Hirpinia e l’area tecnica dove sarà assemblata e allestita la fresa TBM (tunnel boring machine) per la realizzazione della galleria “Grottaminarda”. La strada permetterà di trasportare il materiale estratto durante lo scavo meccanizzato alle cave evitando il centro urbano.

IL COMUNE DI GROTTAMINARDA DARÀ PIENO SUPPORTO ALLE IMPRESE. “La recente riunione che si è tenuta nella sala consiliare ha avuto un carattere operativo: l’amministrazione comunale ha garantito il pieno supporto alle operazioni calendarizzate dalla società, e abbiamo messo a disposizione un locale comunale da adibire a sede operativa del consorzio. L’ufficio sarà inaugurato a metà luglio, e faremo del nostro meglio per rendere ospitale la sede” continua. Dopo l’inaugurazione della sede operativa e degli uffici del consorzio di imprese, la preparazione del cantiere subira una ulteriore accelerazione. Nel corso dell’estate si prevede la chiamata per i lavoratori del posto che potranno concorrere al cantiere, così come previsto dagli stessi manager intervenuti nella sala consiliare grottese. “Le imprese potranno servirsi di manodopera locale ma nel rispetto della libera imprenditoria. Ad oggi non possiamo quantificare il fabbisogno, nè conosciamo il grado di specializzazione utile alle imprese” conclude il Sindaco.

L’area dove sorgerà la stazione Hirpinia: Santa Sofia. La linea ferroviaria di alta capacità Napoli Bari avrà qui il suo terminal industriale per la Valle Ufita, collegato allo snodo autostradale Napoli Canosa Bari di Grottaminarda (A16)

LEGGI ANCHE:

Stazione Hirpinia in cantiere: a luglio apre la sede operativa

Hirpinia-Orsara, approvato il progetto definitivo. Nel 2026 si smantella la ferrovia attuale del Cervaro

ARTICOLI CORRELATI