Conte ai lettori di America Oggi: uniti sconfiggeremo il Coronavirus

IL PREMIER SCRIVE AGLI ITALIANI D'AMERICA. Messaggio in pubblicazione in formato cartaceo domani 25 marzo sulle colonne del giornale distribuito negli Stati Uniti. Anticipazione della lettera per l'Italia a cura di Biagio Maimone

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ad Avellino, in visita presso il Conservatorio Cimarosa

Messaggio del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ai lettori di America Oggi, in pubblicazione in formato cartaceo sulle colonne del giornale distribuito negli Stati Uniti domani, 25 marzo. Anticipazione della lettera per l’Italia a cura di Biagio Maimone.


Uniti ce la faremo nella lotta al coronavirus

Messaggio del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ai lettori di America Oggi

L’emergenza Covid-19 ferma (in parte) l’industria. Nella foto: il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Gentile Direttore, cari lettori di “America Oggi”,
come sapete l’Italia sta attraversando il momento più difficile dal secondo dopoguerra, alle prese con una emergenza sanitaria che sta provocando una durissima crisi economica e sociale. Stiamo lottando contro un nemico invisibile che non conosce frontiere, una pandemia che interessa tutti i Paesi, nessuno escluso, ma che nel nostro si è abbattuta con più forza.
In questi giorni dall’Italia vi arrivano notizie e immagini che, posso immaginare, suscitano in Voi sentimenti di apprensione e di angoscia. Ma anche alla vostra comunità – distante fisicamente, ma vicina all’Italia con il cuore e il pensiero – voglio dire che lo Stato c’è.
Sin dal primo giorno di questa emergenza il governo ha profuso tutto il suo impegno nella lotta contro il Coronavirus. Abbiamo adottato da subito la linea del rigore e della massima trasparenza, mettendo al primo posto la tutela del diritto fondamentale alla salute. Abbiamo tratto veloce consapevolezza della gravità della situazione e ci siamo mossi rapidamente per contenere il più possibile la diffusione del contagio del virus. Abbiamo preso decisioni politiche dolorose sulla base di indicazioni scientifiche, e adesso molti altri Paesi stanno seguendo l’Italian way. Anche in campo scientifico, l’Italia è impegnata con i suoi istituti di ricerca più avanzati per contribuire, insieme all’intera comunità internazionale, alla ricerca di un vaccino e di cure efficaci.
Abbiamo chiesto sacrifici importanti ai cittadini. Abbiamo chiesto loro di sospendere le loro attività, le loro abitudini più consolidate, di rimanere in casa. E la risposta arrivata dal popolo italiano è straordinaria. E’la risposta di una grande comunità, che ci deve riempire d’orgoglio.

Palazzo Chigi, sede del Governo Italiano

Così come ci riempiono di orgoglio l’abnegazione e il coraggio dei nostri medici e infermieri che senza sosta lavorano in prima linea per curare i malati e per salvare vite umane. Sono l’immagine più bella del nostro Paese, un’immagine di grande forza e generosità che sta facendo il giro del mondo. E’ in circostanze come questa che lo spirito di unità nazionale, il sentimento di appartenenza, travalica i confini nazionali, si rinvigorisce e ci vede compatti contro questo nemico comune. Grazie all’impegno del personale medico, e a quello delle forze dell’ordine, delle forze armate, della protezione civile, dei farmacisti e di tutti i lavoratori e dei volontari schierati in prima linea, stiamo compiendo un grande sforzo per salvaguardare il nostro bene più importante: la salute dei cittadini. E’ ancora presto per fare previsioni sulla fine di questa emergenza, ma ne usciremo, ne usciremo grazie all’impegno di tutti. Anche a tutti voi rinnovo il mio saluto e rivolgo lo stesso messaggio di coraggio e di speranza. Uniti ce la faremo.


LEGGI ANCHE:

Coronavirus crisi più difficile dal Dopoguerra: l’Italia ferma le fabbriche

L’emergenza Covid-19 ferma (in parte) l’industria. Ecco cosa

ARTICOLI CORRELATI