Più Europa, Gambardella: presidente riformista in Campania

LA CONFERENZA PROGRAMMATICA DI PIÙ EUROPA A BOLOGNA. L'intervento del portavoce regionale sulle alleanze e sulle Aree Interne. Oggi la conclusione con gli interventi di Emma Bonino e del Governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini

«Un presidente riformista in Campania, abbandoniamo la logica del voto utile». Uno dei portavoce campani di Più Europa, Bruno Gambardella, rilancia dalla Conferenza programmatica di Bologna un cambio di leadership alle prossime elezioni regionali. Gambardella è intervenuto in qualità di presidente di Più Europa Avellino e portavoce di Più Europa Campania nel corso del dibattito generale. «Una generazione Avanti, idee per l’Italia che verrà» è il titolo che Più Europa ha voluto dare alla sua conferenza programmatica in corso a Bologna ad una settimana da elezioni regionali. L’evento si è aperto  al contributo di ospiti di area liberale, tra gli altri Carlo Calenda, Carlo Cottarelli, Elsa Fornero, intervenuti nel corso della convention, spesso interagendo con gli attivisti di Più Europa.

«Un presidente riformista in Campania», Gambardella: basta logiche del voto utile

IL CASO CAMPANIA. Bruno Gambardella ha sollecitato un patto politico per eleggere «un presidente riformista in Campania» a prescindere dai calcoli sul voto utile, ma si è soffermato anche sul tema delle aree interne «sviluppandolo nelle varie peculiarità delle aree rurali, montane ed extraurbane, settore che segue da tempo con altri dirigenti ed attivisti residenti nelle zone interne di tutta Italia», si legge in una nota diffusa dal partito. Non sono però mancati riferimenti alle imminenti elezioni regionali in Campania.

Bruno Gambardella con la delegazione irpina di Più Europa alla Conferenza Programmatica di Bologna

«Le sirene del voto utile contro le destre hanno già iniziato a far sentire il loro canto ammaliatore», ha affermato nel corso del suo intervento Gambardella. «Voglio dire qui che non sono più disposto a sostenere chiunque seguendo il principio del meno peggio. Voglio un presidente della regione Campania riformista, europeista, estraneo ai populismi e ai sovranismi. Voglio un presidente di cui essere orgoglioso». Quanto alla realtà interna alla provincia di Avellino, Gambardella ha rivendicato la fase di radicamento del partito. «In questa provincia lavorano al progetto di Più Europa amministratori per lo più giovani che, dai centri più piccoli a quelli più abitati, coniugano l’impegno territoriale, secondo i principi della equità e della legalità, alla grande passione per l’Europa. A loro dobbiamo essere grati perché la loro è la battaglia di tutta Più Europa».

DOMENICA LE CONCLUSIONI DELLA CONFERENZA. La conferenza programmatica si concluderà domenica con gli interventi di Emma Bonino e del candidato presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. «A Bologna è presente una folta delegazione campana. Dall’Irpinia, oltre a Bruno Gambardella, il coordinatore di Più Europa Avellino Alfonso Maria Gallo e il consigliere comunale di Aiello del Sabato Manlio Lomazzo», si conclude la nota.


LEGGI ANCHE:

Delegati dall’Irpinia alla convention di Più Europa a Bologna

ARTICOLI CORRELATI