Morta dopo 40 giorni di agonia la dottoressa del 118 investita ad Avellino. Il cordoglio dell’Asl

Il cuore di Giovanna Carpenito ha cessato di battere ieri sera al Reparto di Rianimazione dell'Ospedale San Giuseppe Moscati. AL termine del suo turno di lavoro era stata travolta da un'auto in piazza Kennedy, prima di essere soccorsa dall'automobilista e poi ricoverata per un delicato intervento chirurgico d'urgenza. Il dolore dei colleghi e dell'intera comunità di Santa Paolina, suo paese natale

Morta dopo 40 giorni di agonia la dottoressa del 118 investita ad Avellino. É deceduta nel Reparto di Rianimazione dell’Ospedale San Giuseppe Moscati Giovanna Carpenito, che il 29 gennaio scorso era stata investita in piazza Kennedy da una Fiat Panda, mentre attraversava la strada dopo aver terminato il suo turno presso il 118 di zona. Da quella sera era ricoverata in osservazione, stabilizzata ma priva di conoscenza.

Soccorsa dal suo investitore, che aveva dato l’allarme richiedendo l’intervento dei sanitari e di una ambulanza, la donna era giunta in condizioni già fortemente critiche al Moscati di Avellino, dove si gli sforzi per salvarla sono riusciti a mantenerla in vita solo per alcune settimane.

Non è servito il delicato intervento chirurgico a cui era stata sottoposta dopo l’arrivo in ospedale. Il forte trauma cranico, toracico, dorsale e una grave emorragia cerebrale le sono risultati fatali nonostante le cure.

La dottoressa 63enne, in coma da allora, non è riuscita a riprendersi in queste lunghe settimane di agonia dalle conseguenze del violento impatto con l’auto.

Nel suo paese natale, Santa Paolina, la notizia ha addolorato l’intera comunità, che non aveva mai smesso di sperare, così come i medici e gli infermieri dell’ospedale, che in questi quaranta giorni ne avevano seguito il decorso in questo mese e mezzo privo di spiragli positivi. Si moltiplicano i messaggi di cordoglio e di solidarietà alla famiglia.

IL CORDOGLIO DELL’ASL DI AVELLINO. «L’Asl di Avellino, diretta dalla dottoressa Maria Morgante, esprime il proprio cordoglio per la morte della dottoressa Giovanna Carpenito, medico del 118 in forze presso questa Azienda, professionista apprezzata per la grande esperienza e per le doti umane», si legge in una nota diffusa dalla Direzione Generale di via degli Imbimbo. «L’Azienda Sanitaria Locale perde una delle sue migliori professioniste, considerata anche dai colleghi punto di riferimento per il presidio di Avellino. L’Asl di Avellino, nel ricordarne il valore professionale e umano, si associa al dolore della famiglia per la grave perdita».