L'amianto interrato nell'Isochimica oltre trent'anni fa

Per i lavoratori esposti all’amianto nelle aziende private via libera in Commissione al provvedimento che consente il diritto al trattamento previdenziale anticipato.

Lo fa sapere in una nota Maria Pallini, deputato pentastellato, componente della Commissione Lavoro della Camera. «Siamo molto soddisfatti perché in commissione Bilancio è stato approvato un emendamento a mia prima firma per tutelare dal punto di vista pensionistico i lavoratori esposti all’amianto», si legge nel suo comunicato.

La deputata dell’M5s, Maria Pallini

«I lavoratori che hanno lavorato in aziende private in cui sono stati esposti all’amianto e sono poi passati al pubblico impiego possano accedere al pensionamento anticipato», spiega Pallini.

«I lavoratori che hanno effettuato il ricongiungimento dei contributi potranno andare in pensione prima, senza preoccuparsi del fatto che hanno versato a gestioni previdenziali differenti». Con questo provvedimento si è fatto «un altro piccolo, grande passo per portare a soluzione definitiva una problematica delicata che tocca la vita di tanti lavoratori ammalati di patologie asbesto-correlate».