Sospesa l’attività dei Vigili del fuoco di Ariano, D’Eliseo: formiamo volontari

Il Comandante di Via Zigarelli chiarisce la posizione della sede centrale e annuncia l’inizio di un corso di formazione per i prossimo 11 dicembre aperto al personale volontario: "Pertanto dopo un breve periodo di affiancamento al personale permanente è presumibile che nei primi mesi del prossimo anno il distaccamento sarà nuovamente operativo" ha spiegato in una nota

Da circa dieci giorni l’attività operativa dei Vigili del Fuoco di Ariano Irpino è sospesa. Non per volontà del Comando centrale, come ha chiarito la titolare della Centrale di Via Zigarelli Rosa D’Eliseo, ma per una scelta compiuta da parte del personale dipendente, che il Ministero degli Interni ha messo davanti ad una scelta: entrare negli elenchi del personale del distaccamento volontario, oppure nell’elenco dei discontinui presso la sede centrale, alla luce del concorso bandito dal Ministero degli Interni.

Così la maggior parte degli operatori ha ufficializzato la scelta, dettata senza dubbio dalla prospettiva di una garanzia lavorativa e di stabilizzazione maggiore, lasciando di fatto il distaccamento di Ariano Irpino privo del personale indispensabile a formare la squadra di soccorso. La permanenza oggi ad Ariano di pochissime unità non consentono- per legge- la garanzia di allestimento di una squadra, e il Comandante D’Eliseo chiarisce in una nota diramata alla stampa, la posizione del Comando di Avellino e le attività in campo per fronteggiare questa nuova situazione.

Intanto, è bene chiarire, che nonostante il distaccamento volontario non sia operativo ad Ariano Irpino, il servizio è ampiamente coperto dal Distaccamento della squadra di Grottaminarda, deputata in questo momento a coprire l’intero territorio.

“Con riferimento alla temporanea sospensione dell’attività operativa della sede volontaria VVF di Ariano Irpino la Scrivente intende comunicare l’assoluta convinzione della necessaria presenza di una sede operativa dei vigili del fuoco in tale comprensorio territoriale, convinzione condivisa anche dalla Prefettura e dall’Amministrazione comunale” si legge nella nota firmata dal Comandante.

“Con l’attuazione del Decreto Legislativo 29-5-2017 n. 97, in materia di personale volontario, il personale volontario in servizio presso il distaccamento in oggetto ha optato , a domanda e in via alternativa, per l’elenco di volontari per le necessità delle strutture Centrali e periferiche (Comandi Provinciali VVF), istituito con decreto ministeriale del 30/10/2018, preferendo di fatto tale elenco a quello dei distaccamenti volontari e rendendo non più possibile, il loro impiego operativo presso la sede volontaria. Tale scelta, evidentemente è stata effettuata anche in considerazione della comprensibile possibilità di poter partecipare alla procedura speciale di reclutamento riservata al personale volontario, di  recente pubblicata.

Questo Comando, a seguito del trasferimento delle unità da un elenco all’altro ha temporaneamente sospeso l’operatività del Distaccamento in attesa dell’imminente corso di formazione riservato ad altro nuovo personale volontario del comprensorio di Ariano.

Infatti in previsione del possibile verificarsi di una improvvisa carenza di organico la scrivente si è attivata da circa un anno per l’avvio della procedura di reclutamento e successivo corso di formazione destinato esclusivamente al personale da impiegare nei distaccamenti volontari, ottenendo il decreto per 18 unità volontarie; l’inizio del corso di formazione è previsto per i prossimo 11 dicembre e pertanto dopo un breve periodo di affiancamento al personale permanente è presumibile che nei primi mesi del prossimo anno il distaccamento sarà nuovamente operativo.

Di quanto sopra è stata informata l’Amministrazione Comunale al fine del mantenimento della sede fino alla riattivazione dell’operatività.

Vorrei, con l’occasione rappresentare che la presenza di sedi operative permanenti e volontarie dei vigili del fuoco distribuite sul territorio provinciale consentono di poter più efficacemente svolgere l’attività istituzionale di soccorso per cui la Scrivente nell’attuale funzione di Comandante di adopererà con ogni strumento per il perseguimento di tale obiettivo”.