“Disfida della cipolla”, cena di beneficenza al Circolo del Nuoto

Cena speciale per una gara speciale: le condotte Slow Food Avellino, Dei Picentini, Matese, Salerno e Valle Caudina invitano alla "Disfida della Cipolla. Il ritorno"presso il Circolo del Nuoto di Avellino.

Una cena speciale per una gara che si profila interessante: protagonista la cipolla nelle varianti di Alife, Ramata di Montoro e Rossa di Airola. Le condotte Slow Food Avellino, Dei Picentini, Matese, Salerno e Valle Caudina vi invitano alla “Disfida della Cipolla. Il ritorno”. Dopo la prima “battaglia” svoltasi a Salerno lo scorso 11 settembre, si prepara una nuova sfida venerdì 30 novembre 2018 al Circolo del Nuoto di Avellino.

Con inizio alle ore 20.00 gli Chef si cimenteranno in un menù tutto dedicato alle peculiarità del gusto bulbo. Ai fornelli: Giovanni Mariconda (Ristorante Degusta Avellino), Daniele Roviezzo (Ristorante Rovy Restaurant – Montesarchio – BN), Carmine Della Bruna (Ristorante Gino e la Giraffa – Avellino), Andrea Scappaticcio (Agriturismo San Cassiano a San Potito Sannitico – CE). Il menù: Entré di benvenuto di Francesca Selvaggi del Ristorante del Circolo del Nuoto, Zuppa di fagioli del Matese e Cipolla di Alife, le Candele spezzate con genovese di Cipolla Ramata vegetariana e cacioricotta, Guanciale in riduzione di Aglianico e cipolle con contorno di zucca, la Dolce di Natale.

Una serata, tra le iniziative della Rete dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi e Pizzaioli, dedicata agli amanti della cipolla. Si compirà un viaggio restando seduti al proprio tavolo, ma passando per tre province (Avellino, Caserta e Benevento) grazie alle peculiarità organolettiche delle tre Cipolle in gara:-la Cipolla Ramata di Montoro, dolce e profumata, sprigiona un’intensa e caratteristica aromaticità con un delicato e persistente gusto dal sapore inconfondibile che la fa  apprezzare sia cruda che nelle più svariate proposte culinarie;-la rinomata cipolla Airolana che si presenta lucida e ramata, tendente al viola, dal sapore tendente al dolce e non pungente, croccante al palato, dall’interno bianco alternato da righe viola, si consuma sia cotta che cruda;- la cipolla di Alife, Presidio Slow Food, è confezionata in trecce, le cosiddette ‘nserte. Ha sapore dolce, sapido, mai pungente e si distingue, per la sua delicatezza. Il prezzo per la partecipazione alla Disfida della Cipolla è di 25 euro a persona, parte dell’incasso sarà devoluto in beneficenza, evento su prenotazione riservato ai soci del Circolo e di Slow Food. Prenotazione obbligatoria.