Blocco traffico ad Avellino, ‘venerdi nero’ per il Black Friday. Confesercenti stop all’ordinanza

La giornata di sconti prevista in tutta Italia e all'estero rischia di non avere successo ad Avellino. L'ordinanza emessa che regola il traffico cittadino pare aver avuto ripercussioni sugli acquisti in centro. La nota di Confesercenti.

Fine settimana amaro per il centro città. Il Black Friday, iniziativa promozionale di shopping all’americana tanto attesa da commercianti e consumatori prima del periodo natalizio si annuncia un flop ad Avellino. Le disposizioni comunali riguardanti il traffico cittadino hanno messo in ginocchio gli esercizi commerciali. Attività che “nell’ultimo anno hanno già registrato un calo delle vendite del 60%. Un dato forte e allarmante”, ha dichiarato il presidente di Confesercenti Avellino, Giuseppe Marinelli.

Cartellonistica relativa alla giornata di sconti prevista in tutta Italia il 23 novembre.

Nessuna limitazione o variazione all’ordinanza ad oggi, rispetto alla ventata d’ossigeno che in tutta Italia è rappresentata dal Black Friday in programma venerdi 23 novembre. Iniziativa che avrà anche un suo gemello, il Cyber Monday, il 26 novembre.

I negozianti hanno aderito alla policy di sconti folli, ma temono la scarsa affluenza. “Anche perchè la gente è disorientata, teme le multe, non ha compreso bene quando e dove può circolare con la propria automobile”, ha dichiarato Marinelli.

L’Associazione di imprese ha stilato un documento inviato al sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi in cui chiede sostanzialmente delle piccole rettifiche all’ordinanza sul traffico. La finalità è quella di “fare chiarezza” sull’organizzazione del transito cittadino delle auto e anticipare al 6 dicembre il termine ultimo dell’ordinanza in modo da favorire lo shopping natalizio.

Nel dettaglio il documento di Confesercenti, chiede: “la revoca del divieto di circolazione per le auto di categoria diesel euro 4 con Fap (filtro antiparticolato) e benzina euro 3 con
catalizzatore in quanto munite di sistemi antinquinanti; di modificare il termine ultimo della validità dell’ordinanza al 6 dicembre 2018 al fine di non compromettere totalmente la partenza dello shopping natalizio da sempre iniziato il giorno dell’Immacolata;

la modifica degli orari come di seguito riportato:

dal Lunedì al Venerdì, Mattino 9:30 – 12:30 in modo da poter arrivare in città liberamente e poter effettuare 3 ore di shopping e commissioni varie.Pomeriggio 14:30 – 18:00 in modo da permettere all’utenza uno shopping serale con maggiore serenità”.

Intanto per il prossimo venerdi, Avellino non presenta le condizioni per far parte della media nazionale di corsa agli acquisti. Secondo uno studio del Politecnico di Milano, grazie al Black Friday, si avrà un aumento delle spese degli italiani pari al 35%. Un toccasana per l’economia degli esercizi commerciali e per i consumatori che attendono la giornata fatidica per anticipare regali natalizi e cogliere occasioni.

E’ pur vero che i grandi affari sono appannaggio della rete e dell’e-commerce, ma i negozi tradizionali hanno imparato a farsi valere. Difatti la giornata di sconti, che in molte realtà si protrae per l’intera settimana, viene rispettata anche nel mondo degli acquisti on line. Qui si aspettano le offerte migliori. Ad ogni modo è l’offerta combinata, negozio fisico e vetrina web, quella che viene valutata complessivamente dall’acquirente.

LEGGI ANCHE:

Avellino, blocco del traffico per le Diesel euro 3 e Benzina 2. Targhe alterne per Diesel euro 4 e Benzina euro 3. L’ordinanza