Punto nascite ad Ariano Irpino, sì alla deroga dal Ministero

Il presidio ospedaliero Sant'Ottone Frangipane mantiene il polo materno, dove sono stati attivati anche i servizi per il parto indolore. Con la città del Tricolle via libera ala deroga per le zona disagiate anche per Ischia e Vallo della Lucania, mentre non ce la fanno Piedimonte Matese, Polla e Sapri

Il presidio ospedaliero Sant’Ottone Frangipane di Ariano Irpino conserverà il punto nascite, in deroga alle norme. Dal Ministero della Salute è arrivato il via libera, in risposta alla richiesta avanzata dalla Regione Campania.

Il Commissario ad acta per il Piano di Rientro della Sanità in Campania Vincenzo De Luca aveva richiesto «al Governo nelle scorse settimane la deroga, prevista per le aree disagiate del territorio, in riferimento ai punti nascita nei presidi ospedalieri», si legge in una nota diffusa da Palazzo Santa Lucia. «Il Governo ha dato parere favorevole alla deroga per il punto nascita di Ariano Irpino, Vallo della Lucania e Ischia», mentre «è stato espresso invece parere sfavorevole alla deroga per i punti nascita di Piedimonte Matese, Polla e Sapri». Mentre ad Ariano Irpino e nelle altre località confermate si esprime soddisfazione, la Regione Campania ha fatto sapere che «nelle prossime settimane riproporrà la richiesta di ammissione alla deroga per i punti nascita al momento esclusi».

La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

Per l’Ospedale di Ariano si tratta di un riconoscimento importante, dopo l’inaugurazione della lungodegenza e in attesa della Radioterapia, sulla strada di una qualificazione del presidio dell’Asl, che mira ad ottenere la riclassificazione come Dea di I Livello.

LA TRASFORMAZIONE DEL “FRANGIPANE”. Dopo la riapertura del Servizio di Immunoematologia e Trasfusione, mentre si attende la prossima attivazione della Radioterapia, per ora disponibile a Villa Maria a Mirabella Eclano,  il salvataggio del punto nascite rappresenta il primo importante obiettivo centrato dall’Asl di Avellino, ma anche dalla Amministrazione comunale e dalle istituzioni locali che si erano battuti per ottenerla. Il Frangipane resta un riferimento per la donna. Nei giorni scorsi era stata annunciata la realizzazione di un “Centro di Prima assistenza psicologica – percorso rosa”, in risposta al fenomeno della violenza sulle donne, ma anche il sevizio del parto indolore. Nella struttura arianese altri reparti di punta sono cardiologia e gastroenterologia.