Aias, piano di risanamento e soluzioni per Lioni e Calitri

Confronto a Lioni sulla vertenza in atto nell'Azienda tra i sindaci dell'Alta Irpinia e il Commissario straordinario di Avellino, Antonio Maurizio Arci. Yuri Giorno ha proposto la riconvocazione entro fine mese per prendere atto della riprogrammazione finanziaria

Entro dicembre un Piano di risanamento aziendale per l’Aias di Calitri e Lioni sarà sottoposto ai Sindaci del comprensorio dell’Alta Irpinia, che lo scorso 3 novembre hanno incontrato il commissario straordinario dell’AIAS di Avellino, Antonio Maurizio Arci. Al termine della riunione, facendo voti perché lo sbocco della vertenza avvenga rapidamente e con il migliore esito per le unità impiegate e per i pazienti, l’assemblea degli amministratori locali ha redatto una nota congiunta, che è stata diffusa in queste ore. Di seguito il testo integrale con i firmatari.

Il palazzo degli uffici comunali a Lioni

Piena fiducia nei commissari, nuova riunione a fine mese

La targa all’ingresso dell’Aia di Avellino

Il documento di sindaci e amministratori locali

Lo scorso 3 novembre, presso la sala consiliare del Comune di Lioni, un incontro tra i sindaci dei Comuni da cui provengono i pazienti dei centri AIAS di Nusco e Calitri, i loro familiari e alcuni dipendenti e consulenti degli stessi centri. Alla riunione hanno partecipato il commissario straordinario dell’AIAS di Avellino, Antonio Maurizio Arci, e numerosi amministratori: il sindaco e vicesindaco di Lioni, Yuri Gioino e Domenica Gallo, il sindaco di Teora Stefano Farina, di Cassano Salvatore Vecchia, di Torella dei Lombardi Amado Delli Gatti, di Calitri Michele Di Maio accompagnato dal vicesindaco Gerardo Metallo, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Sant’Angelo dei Lombardi Valeria Braccia, il consigliere di maggioranza del Comune di Morra De Sanctis Gerardo Di Pietro, e il vicesindaco di Montemarano Alfonso Giovanni Gallo.

“L’incontro è stato utile – scrivono gli amministratori altirpini – per fare un punto, attraverso la relazione del commissario Arci, sulla situazione e sul lavoro svolto dalla gestione commissariale, dopo la vicenda giudiziaria che vede coinvolto il vecchio Consiglio di amministrazione Aias. A nome delle famiglie dei pazienti e dei lavoratori, inoltre, abbiamo chiesto in maniera unanime che quanto prima vengano trovate soluzioni idonee alla risoluzione della vertenza, invitando la Regione Campania, l’Asl e la Provincia di Avellino ad attivarsi in tempi rapidi”.

“Come amministratori ribadiamo piena fiducia nell’operato dei commissari, riconoscendo pure la storia dell’associazione, l’alta professionalità del personale e l’elevata qualità delle cure e delle terapie prestate. Abbiamo preso atto – concludono – della volontà dei commissari di approvare in tempi brevi i Bilanci 2017 e 2018 e di presentare entro dicembre in una pubblica assemblea il Piano di risanamento aziendale. Su proposta della vicesindaco di Lioni, infine, tra un mese verrà convocata una nuova riunione. La maggior parte dei pazienti ha diritto a livelli essenziali di assistenza e pertanto per noi e i nostri concittadini è fondamentale la garanzia della continuità terapeutica”.

La nota firmata da: Lioni (Gioino), Monteverde (Ricciardi), Villamaina (Di Cicilia), Torella (Delli Gatti), Morra De Sanctis (Mariani), Teora (Farina), Senerchia (Grillo), Guardia Lombardi (Gentile), Calabritto (Centanni), Calitri (Di Maio), Lacedonia (Di Conza), Castelfranci (Cresta), Cairano (D’Angelis), Caposele (Melillo), Aquilonia (De Vito), Bagnoli Irpino (Di Capua), Bisaccia (Arminio), Montella (Capone), Sant’Angelo dei Lombardi (Repole, consigliera comunale).