‘Onoriamo i Caduti celebrando la Pace’. Progetto del Comune di Teora

Parte un programma per l'educazione dei giovani ai valori della pace, della solidarietà e della civile convivenza, con il recupero della memoria di ciò che la guerra ha prodotto e del sacrificio costante agli italiani in tutte le guerre e i conflitti

Per i 100 anni dalla fine del primo conflitto mondiale, è stato presentato a Teora un progetto, che vede impegnati l’Amministrazione comunale, le scolaresche di Teora, l, nonché esperti esperti della società civile e militare. Parte un programma per l’educazione dei giovani ai valori della pace, della solidarietà e della civile convivenza, con il recupero della memoria di ciò che la guerra ha prodotto e del sacrificio costante agli italiani in tutte le guerre e i conflitti.

La targa sul Monumento ai Caduti

Obiettivo dell’iniziativa promuovere la diffusione tra i giovani del sacrificio costato ai figli d’Italia per l’Italia, per la Repubblica e per l’Unità Nazionale, come monito ad un futuro dove le controversie internazionali possano essere risolti senza il ricorso alla guerra.

Oggi si è dato inizio al programma con l’affissione all’obelisco della targa del progetto, e si è omaggiato il Presidente della Sezione Combattenti e Reduci di Teora, Lorenzo Sibilia per l’impegno profuso per onorare la memoria dei caduti in guerra.

A consegnare la targa è stato il Sindaco di Teora, Stefano Farina, con la Vice Sindaco Rosetta Casciano, il consigliere Pietro Acocella. L’epilogo del progetto terminerà il giorno 28 novembre 2018 con la presentazione dei lavori degli alunni ed una rappresentazione commemorativa che avrà il suo culmine presso il monumento ai caduti in guerra il Largo Europa (Tarantino). “Viva l’Italia unita! W l’Italia!”, il motto.