“Bonificare la megadiscarica di Difesa Grande”, Maraia avverte Comune e Regione

Monta la divergenza tra il deputato Maraia e il gruppo di maggioranza rispetto alla gestione post mortem della discarica Difesa Grande. Sebbene gli esiti delle analisi siano negative Maraia chiede la bonifica del sito.

La scorsa settimana la comunicazione in Consiglio comunale straordinario ad Ariano Irpino. In merito alla gestione post mortem della Discarica Difesa Grande si discuterà il 29 ottobre. In sede consiliare il sindaco Domenico Gambacorta ha comunicato anche gli esiti negativi delle analisi condotte dall’Arpac.

Il tema tiene banco soprattutto in seno al Meetup arianese. Al punto che il deputato del Movimento 5 Stelle Generoso Maraia ritiene che “il sindaco non vuole bonificare l’area”. Il parlamentare inoltre ha presentato una diffida in sede consiliare tramite il consigliere di minoranza Guido Riccio. Sostanzialmente Maraia ritiene che il sito sia inquinato al punto da necessitare di una bonifica. La sua posizione che ha sempre trovato spazi di espressione democratica sia in sede istituzionale che mediatica viene ribadita anche sulle pagine social.

Pubblicato sul profilo facebook un video in cui il componente parlamentare della Commissione Ambiente, Territori e Lavori pubblici elenca una serie di sostanze presenti nella discarica. Queste sarebbero in quantità superiori alla soglia consentita per legge. Questa la posizione del politico arianese. Domenico Gambacorta è forte dei risultati Arpac che saranno portati sul tavolo decisionale il prossimo lunedi. La Conferenza dei Servizi è stata convocata dalla Direzione Generale del Ciclo Integrato delle Acque e dei Rifiuti Autorizzazioni Ambientali e Rifiuti della Regione Campania.

Sebbene i risultati dei prelievi effettuati sul sito siano negativi, il deputato pentastellato vorrebbe verosimilmente ci fossero ulteriori ragguagli e maggior rigore sulla valutazione finale della grande discarica. In realtà tutto sembra essere già stabilito e deciso per cui, atti alla mano, si andrebbe ad ufficializzare la chiusura del sito.

Anche su un altro tema si sta consumando una discrasia tra il leader del Meetup di Ariano e il sindaco Gambacorta. La vicenda riguarda l’Alta Capacità. Nello specifico il primo cittadino ha evidenziato che Ferrovie dello Stato nel progetto definitivo dell’itinerario Napoli Bari, riporta due verità. Gli espropri e l’attesa di risorse per il tratto Hirpinia Orsara. L’importo necessario è pari a un miliardo e cento milioni di euro. Cifra non ancora disponibile.

Quello che emerge è un clima da campagna elettorale in cui il Movimento 5 Stelle è in corsa per varcare le stanze del Municipio.