Premiata dal Miur la vetrina digitale degli studenti del IISS Vanvitelli

Tra i progetti più votati da una giuria di esperti del MIUR e dal numeroso pubblico accolto nel Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, quelli di Giuliana Febbrariello, Chiara Mongelluzzo e di Cindy Giammarino, quest’ultimo eletto come il migliore del “Womest”, per innovazione, chiarezza e fattibilità. Parteciperà di diritto all’ultima tappa del viaggio di Futura, che si terrà a Bari nel prossimo anno

Dal 3 al 5 ottobre scorsi l’IISS Vanvitelli di Lioni ha partecipato ad Avellino alla XIV tappa della manifestazione nazionale “Futura”, una tre giorni di iniziative formative, confronti, hackathon e concorsi, rivolte a dirigenti, docenti, animatori digitali e team per l’innovazione, personale scolastico, studentesse e studenti, nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR.

Terr@dimezzo #FuturAvellino è stato l’hashtag principale dell’evento che ha visto il territorio irpino, il digitale e le nuove tecnologie nella scuola digitale e nella società, al centro delle sfide nelle quali si sono confrontati gli studenti provenienti dalle scuole del capoluogo o di altre province d’Italia.

Antonio Casale, Gerardo Di Martino, Vito Travisano e Gabriele Schiavone del corso IPAE del Vanvitelli sono stati coinvolti nella “Future Zone”, un’area espositiva dedicata alle buone pratiche digitali delle scuole locali. In uno spazio dedicato del Carcere Borbonico, i ragazzi hanno preparato una vera e propria “vetrina tecnologica” con una parte dei migliori lavori realizzati nelle attività laboratoriali: la stampante 3D, un robot e un piccolo modello di car wash, gestiti da specifici software. L’esposizione ha avuto un grande successo ed ha attratto numerosissimi visitatori, ai quali gli studenti hanno fornito, con competenze e professionalità, tutte le informazioni e le dimostrazioni pratiche richieste.
Il “Civic hack” e il “Womest”, poi, si sono rivelate delle vere e proprie maratone progettuali a cui hanno partecipato Gerarda Castagno, Giovanna Cavaliere, Giuliana Febbrariello, Cindy Giammarino, Alessandra Luongo, Chiara Mongelluzzo, Gaia Nesta, Erika Soriano dell’indirizzo servizi socio-sanitari, Federico Giammarino ed Antony Pennella del corso IPAE. Prendendo parte ai vari workshop, ai ragazzi è stato chiesto di immaginarsi proiettati nel futuro dell’entroterra irpino, che nell’orizzonte delle nuove tecnologie, potrebbe sviluppare la propria economia e offrire una migliore qualità di vita, grazie a mezzi di trasporto innovativi e tecnologici, conservando però la propria tradizione artigianale di qualità.

Tra i progetti più votati da una giuria di esperti del MIUR e dal numeroso pubblico accolto nel Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, quelli di Giuliana Febbrariello, Chiara Mongelluzzo e di Cindy Giammarino, quest’ultimo eletto come il migliore del “Womest”, per innovazione, chiarezza e fattibilità, quindi partecipante di diritto all’ultima tappa del viaggio di Futura, che si terrà a Bari nel prossimo anno.
Oltre a tanto lavoro Futura Avellino è stato anche un momento di svago per tutti gli studenti non solo dell’IISS Vanvitelli che, insieme alle altre scuole presenti, hanno potuto godere dei vari spettacoli e concerti che hanno animato per tre giorni le vie del centro del capoluogo irpino.