Ravece Food Festival a Zungoli

Il 20 e il 21 ottobre nel borgo irpino turismo esperenziale con raccolta e molitura olive. Degustazioni e percorsi enogastronomici.

Zungoli – Seconda edizione per il Ravece Food Festival. Appuntamento fissato per il 20 e 21 ottobre. Nel borgo bandiera arancione, una due giorni all’insegna del turismo esperenziale.

L’appuntamento rientra negli eventi definiti nell’ambito del POC 2014 – 2020. Il piano vede uniti Volturara Irpina, comune capofila, Scampitella, Trevico, Vallesaccarda, Luogosano, Villanova del Battista e Zungoli. Il progetto che ha lanciato Volturara al Salone del Gusto di Torino con la specialità del fagiolo quarantino coinvolge anche le tipicità di Zungoli.

L’appuntamento è realizzato dall’Associazione BorgoCreattivo in stretta sinergia con l’amministrazione comunale. Un weekend dedicato alla cultivar ravece. La centralità della manifestazione è rappresentata dalla presenza nei campi di ulivo di quanti accorreranno per l’occasione. Da qui la raccolta delle olive e la successiva molitura presso il frantoio San Comaio. 

Non mancheranno le degustazioni di piatti prelibati i cui sapori saranno esaltati dall’olio extravergine di oliva. “Il Festival vuole esser un riferimento, un ritrovo virtuale e reale, per quanti ostinatamente continuano a credere in un riscatto economico e sociale delle cosiddette aree marginali, che certo marginali non sono”. Così l’Associazione coinvolta nell’organizzazione.

La manifestazione si rivolge principalmente a “chi in questi luoghi ci vive e ancora coltiva la speranza di poter dare un futuro ai propri figli. Una speranza di ripartenza per un’agricoltura eroica, che ben si identifica nelle caratteristiche dell’Olivo, una pianta capace di resistere ad ambienti difficili e di utilizzare al meglio le poche risorse disponibili e trasformarle in frutti eccezionali”.

Il presidente di BorgoCreattivo, Pasquale Caruso dichiara: “è l’occasione per promuovere il territorio e un agricoltura di qualità quale fonte di sviluppo locale. L’anno scorso quanti hanno partecipato sono rimasti entusiasti e si sono già prenotati per questa edizione”. Ancora il presidente afferma: “da un pò di tempo nei fine settimana i ristoranti sono pieni, c’è un discreto movimento. Iniziano ad esserci i risultati di un lavoro sinergico tra vari attori. Ragazzi, amministratori, cittadini. E’ la dimostrazione che dalla collaborazione possono venire risultati positivi. Ovviamente dobbiamo continuare”.

Il borgo è inserito nel territorio dei Comuni a marchio “Irpinia Colline dell’Ufita DOP”.