L’annessione del Landolfi al Moscati operativa da questa mattina

In linea con quanto stabilito dal Decreto 29 firmato dal Commissario ad Acta per il Piano di Rientro della Sanità regionale, si dà attuazione da oggi al passaggio dell'ex presidio Asl alla Azienda Ospedaliera di Avellino. Alle 10,30 conferenza stampa sui particolari

Questa mattina l’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati prenderà possesso dello stabilimento fino a ieri presidio dell’Asl Avellino.

Nel corso di una conferenza stampa convocata nell’aula magna del Presidio Ospedaliero “Landolfi” saranno forniti i dettagli “del passaggio ufficiale dell’ospedale solofrano dall’Asl Avellino all’Azienda Ospedaliera”, ha fatto sapere l’Azienda dell’Amoretta con un comunicato. Alle ore 10,30 il Direttore generale del “Moscati”, Angelo Percopo, il Direttore Sanitario, Maria Concetta Conte, e il Direttore Amministrativo, Antonio Pastore, illustreranno «i particolari del provvedimento di annessione e le modalità e i tempi con cui sarà riorganizzata l’assistenza ospedaliera». Sarà presente questa mattina anche il Sindaco di Solofra, Michele Vignola, cui toccherà portare il saluto della comunità locale al nuovo management ospedaliero che avrà la responsabilità del Landolfi.

Il Direttore Sanitario dell’Azienda San Giuseppe Moscati, Maria Concetta Conte

La fusione, come è stata definita, dà attuazione al Decreto n. 29 del 19 aprile 2018, con cui il Commissario ad Acta per l’attuazione del Piano di rientro dai disavanzi del Servizio Sanitario Regionale, Vincenzo De Luca, ha disposto, a far data dal 1 ottobre 2018, l’annessione del Presidio Ospedaliero “Agostino Landolfi” di Solofra all’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino.

UNA AZIENDA CON DUE OSPEDALI. Da lunedì l’ex presidio ospedaliero Asl di Solofra “Landolfi” sarà a tutti gli effetti uno stabilimento decentrato dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati. Resteranno due ospedali con caratteristiche diverse e autonomia, a cominciare dal pronto soccorso, che nella città della Concia, porta di un Distretto industriale che abbraccia anche Serino e Montoro, appare essenziale e irrinunciabile.

Il presidio ospedaliero di Solofra ‘Landolfi’

ENTRO DUE ANNI A REGIME IL NUOVO LANDOLFI. Secondo il prospetto redatto dal manager, è previsto un piano di adeguamento dello stabilimento che oggi ospita l’ex presidio Landolfi. L’intervento è programmato in venti mesi e dovrebbe concludersi entro 24 mesi la fase successiva con le attività necessarie al pieno utilizzo. L’investimento complessivo ammonta a 4 milioni e 567mila euro. Sono contemplati lavori integrativi per la prevenzione antincendio e messa in sicurezza, e l’adeguamento alla normativa delle unità operative; ma anche interventi per adeguamento delle sale operatorie, il trasferimento e la realizzazione di un centro di eccellenza oculistica e trapianto della cornea, considerato un intervento prioritario. Il solo Centro di trapianto della cornea comporterà un investimento di un milione e 500mila euro da completarsi in sei mesi. Il piano di interventi dell’Azienda San Giuseppe Moscati inoltrato da Percopo alla Regione per i plessi di Avellino e Solofra si attesta in 48milioni e 680mila euro.