Carro di Mirabella: via al traino
In migliaia accorsi per la tradizione

Il Carro antico simbolo della cultura popolare eclanese ha avuto l'ok del commissario. Come sempre rappresenta un forte richiamo per una comunità che ha risposto anche oggi in gran numero. Rispettati gli adempimenti previsti, è partito per la "processione" nel pomeriggio

Mirabella Eclano – E’ partito alle 15 circa dalla collina di Santa Caterina il Carro degli eclanesi. Notevole l’entusiasmo popolare per un avvio che rappresenta una staffetta olimpica tutta irpina. Una battaglia voluta, combattuta e vinta con l’ok del viceprefetto Elvira Nuzzolo. “Visto” l’adempimento di tutte le procedure burocratiche necessarie a garantire il rispetto delle disposizioni di sicurezza, è stata concessa licenza.

Al “via” dell’obelisco trainato da buoi, sono stati presenti (tra gli altri) molti degli amministratori di maggioranza in carica fino alla metà dello scorso agosto e il sindaco di Fontanarosa, Giuseppe Pescatore. Ancora l’Associazione Pro Aeclanum, il gruppo Eclanesi del mondo guidato da Pino Cerrato e tutte le associazioni del territorio. Insieme è stata vinta una dura battaglia. Un percorso scandito dall’attenta considerazione delle disposizioni volute dal commissario dottoressa Elvira Nuzzolo.

 

Una tirata nel segno della solidarietà. Ospiti, il parroco di Fontanarosa don Pasquale  e l’architetto Cosato. Insieme al primo cittadino fontanarosano Pescatore hanno assistito ai  primi metri in discesa dell’obelisco accolti da Raffaella Rita D’Ambrosio, assessore di maggioranza fino a poche settimane fa. Al momento (come è noto) la gestione amministrativa è affidata al vice prefetto.

Clamore popolare, maggiore sobrietà, steward e forze dell’ordine. Toni sicuramente più mesti, maggiore rigore nella tirata e nella festa popolare che accompagna il traino. Un’imposizione dettata dalla responsabilità e dall’opportunità. Il tutto affinchè la gioia legata ad uno degli appuntamenti più sentiti della tradizione popolare irpina non si tramuti mai in angoscia per possibili incidenti.

L’arrivo del Carro presso il borgo storico è previsto per le ore 20:00.