Anche il Catasto Regionale dei Rifiuti rientra tra le competenze dell’Osservatorio. Lo ha fatto sapere lo stesso ORGR in una nota, recependo le nuove norme pubblicate sul Bollettino Regionale nello scorso 8 agosto.

Il Presidente dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti, Enzo De Luca, illustrerà al Consiglio Direttivo nei prossimi giorni i risultati raggiunti nei primi nove mesi dell’anno e gli obiettivi già programmati, cui si sono aggiunte altre competenze stabilite dalle nuove norme regionali in materia ambientale.

Questa mattina ha riunito preventivamente lo staff al Centro Direzionale nella sede dell’ORGR.

In particolare, si prepara a riferire sul ruolo che l’Osservatorio avrà nel Catasto dei Rifiuti, in base alla legge n.29 dell’8 agosto che ha stabilito “Modifiche alla legge regionale 26 maggio 2016, n. 14 (Norme di attuazione della disciplina europea e nazionale in materia di rifiuti)”.

“La Regione Campania, nell’ambito delle competenze del Catasto Rifiuti Regionale e dell’Osservatorio Regionale Rifiuti, si dota di un catasto impianti georeferenziato aggiornato tempestivamente, completo di ogni informazione relativa all’attività dell’impianto, ai controlli effettuati, alle autorizzazioni, integrazioni o variazioni successive, integrato nella piattaforma ITER e fruibile da tutti i soggetti interessati, per l’individuazione, il monitoraggio ed il controllo delle attività del sistema impiantistico regionale dei rifiuti”.

Con il Catasto Rifiuti si completano le informazioni a disposizione sulle attività gestionali ambientali, garantite dal Sistema Orso, il software applicativo che stabilisce un metodo unitario e univoco per misurare la percentuale di raccolta differenziata e i principali indicatori utili a verificare l’efficienza del servizio.

Tra le altre questioni al vaglio del Direttivo, la nuova programmazione finanziaria per il 2019 e pluriennale 2019-21 e una proposta di aggiornamento della delibera che regolamenta il calcolo della raccolta differenziata.

In discussione ci saranno altri dossier: l’istituzione di borse di studio per gli studenti, nell’ambito dell’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania sulla diffusione nelle scuole della cultura del riciclo e del riuso, siglata in accordo con l’Assessorato all’Istruzione; i compiti che saranno affidati alla Commissione degli Esperti nominata nei mesi scorsi in seno all’Osservatorio.

Infine, si discuterà del protocollo con le Prefetture e le Forze dell’Ordine sulla legalità e la trasparenza nel ciclo integrato ambientale in Campania, dopo il primo accordo di Avellino.

Il Presidente si soffermerà, inoltre, sulle attività che accompagnano l’entrata a regime sistema di controllo e monitoraggio della raccolta differenziata, mediante l’introduzione dell’applicativo web denominato ‘Orso’, fornendo i dati aggiornati sulla situazione attuale.