Quarantena breve con dose booster, in vigore il decreto

L'isolamento precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo. Le regole

Scatta da oggi la quarantena breve con dose booster. È in vigore da oggi 31 dicembre la parte del nuovo decreto approvato dal Governo mirato a fronteggiare la quarta ondata del coronavirus in Italia. Dal 10 gennaio la norma impone il Green pass rafforzato anche sui bus, per l’accesso agli alberghi e per la ristorazione all’esterno, ma nel frattempo consente a chi ha fatto la terza dose o ha la seconda da meno di quattro mesi di poter sottrarsi alla quarantena piena, in caso di contatto con un positivo al virus. La disposizione serve ad evitare un lockdown di fatto, dato l’altissimo numero di contagiati alla variante Omicron del Covid-19 riscontrato quotidianamente.

Tamponi per la diagnosi del coronavirus

In Italia sono stati registrati ieri 126.888 casi, che portano a 767.371 il numero di persone che già si trovano in isolamento domiciliare. Occorre aggiungere i pazienti ricoverati con sintomi nell’area medica (10.866) e quelli in terapia intensiva (1.226). In questo contesto, la misura garantisce a chi è vaccinato di autovigilarsi fino alla verifica del test in laboratorio.

QUARANTENA RIDOTTA PER VACCINATI DOPO CONTATTO CON POSITIVI. Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo.

LE REGOLE. Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, ai suddetti soggetti è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare – solo qualora sintomatici – un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso. La quarantena breve o l’auto-sorveglianza per i vaccinati con dose booster cessa all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.

CHI ARRIVA DA PAESI UE O ESTERI: TAMPONE PER I VACCINATI, QUARANTENA PER I NON VACCINATI. Dal 16 al dicembre al 31 gennaio chi arriva dall’Unione europea o da fuori Ue, anche se vaccinato o guarito, dovrà presentare un tampone molecolare negativo effettuato entro le 48 ore o antigenico entro le 24 ore. Per i non vaccinati oltre al tampone è prevista la quarantena di 5 giorni.


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona bianca fino a Capodanno. Discoteche chiuse. Bar, palestre e bus solo col vaccino. Le regole

In Campania i positivi al Covid-19 sono 11.492 con 10 morti. Balzo dei ricoveri

Terza dose anti-Covid in Campania dopo 4 mesi: dal 10 gennaio

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI