La Diga di Campolattaro nel PNRR tra i 7 interventi strategici

È TRA LE PRIORITÀ NAZIONALI. Nel Decreto Semplificazioni, oggi all’esame del Consiglio dei Ministri, il progetto della Regione Campania. De Luca: saranno investiti 480 miioni in un'opera fondamentale per l'autonomia idrica della Campania

La Diga di Campolattaro rientra nel PNRR, Piano nazionale di ripresa e resilienza. La Regione Campania con una nota annuncia che nel Decreto Semplificazioni, oggi all’esame del Consiglio dei Ministri, il suo progetto sulla Diga di Campolattaro, è stato inserito tra i 7 interventi strategici nazionali del “PNRR”. Prevede un investimento di 480 milioni di euro

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca

IL PRESIDENTE DE LUCA: SODDISFAZIONE PER UN’OPERA FONDAMENTALE. Il Presidente della Regione Campania ha espresso la sua soddisfazione e quella della Amministrazione di Palazzo Santa Lucia. Si tratta di «una delle opere proposte per il Piano di Rilancio del nostro Paese», ha dichiarato Vincenzo De Luca. La realizzazione del progetto della Diga di Campolattaro, nel Sannio, «ha l’obiettivo di realizzare la piena autonomia nelle forniture idriche dell’intera Campania, nell’ambito di un intervento per l’ambiente che possa collocare la nostra regione all’avanguardia in Italia. È per noi una grande soddisfazione ritrovare compresa la Diga di Campolattaro nelle opere strategiche per l’Italia previste nella legge di semplificazione». Il Presidente De Luca assume l’impegno di semplificare i percorso verso la realizzazione. «Faremo in modo che la progettazione e la realizzazione di quest’opera possano essere completate in tempi straordinari». L’annuncio della Regione Campania arriva in una giornata di particolare importanza per le sorti del Piano nazionale di ripresa e resilienza. In mattinata, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha partecipato alla prima riunione del Comitato interministeriale per la transizione ecologica (Cite), parte essenziale dell’intero programma straordinario di investimenti pubblici mirati al rilancio economico dopo la crisi provocata dalla pandemia.


LEGGI ANCHE:

PNRR, 82 miliardi per rilanciare il Mezzogiorno. Il Piano

Positivi al coronavirus in Irpinia 22: l’elenco. In 24 ore morte 2 pazienti. In Campania 533 casi e 21 decessi

La Campania è zona gialla fino al 6 giugno. Da martedì ristoranti e bar aperti all’interno. Le regole

Vaccinazione Covid dai 40 anni in su: in Campania via alle prenotazioni. Il link

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI