Positivi al coronavirus in Irpinia 545 per 2 casi ad Avelino e Gesualdo. In Campania altri 10

ULTIMO AGGIORNAMENTO DELL'UNITÀ DI CRISI E DELL'ASL. Sul territorio provinciale rispunta un caso nel capoluogo dopo settimane, confermando che il Covid-19 continua a circolare. Contagi stabili a livello regionale, ma non si fermano i decessi. Fase 2, si pagano le integrazioni a pensionati e lavoratori del turismo. Giro di vite per la movida: stop alcolici dalle ore 22. Le tabelle

Asl Avellino, la sede di via degli Imbimbo

I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 545 per 2 casi riferiti ad un residente di Avellino e ad uno di Gesualdo. Lo ha comunicato l’Asl, informando che i 2 positivi sono risultati su 284 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Ricerche Genetiche BIOGEM di Ariano Irpino, dall’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento e dall’Ospedale “Cotugno” di Napoli. Nel frattempo, si attende la conferma di un caso positivo riscontrato giovedì sera al Moscati, riguardante il sindaco di Contrada. Nel computo dei 545 casi positivi al coronavirus in Irpinia totali non risultano i 60 trovati ad Ariano Irpino con lo screening realizzato in questi giorni sull’intera popolazione. Per ora, su indicazione dell’Istituto Superiore della Sanità, questi casi di coronavirus in Irpinia vengono inviati e registrati su una piattaforma nazionale dedicata. I risultati erano stati annunciati nel pomeriggio di ieri dal Governatore Vincenzo De Luca nel pomeriggio (leggi l’approfondimento).

LA MAPPA DEI POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA. Ecco la mappa dei positivi al coronavirus in Irpinia segnalati dai rapporti Asl: Ariano Irpino (218 + 60 positivi emersi dallo screening), Avellino (35), Solofra (29), Mercogliano (20), Mirabella Eclano (17), Cervinara (14), Flumeri (13), Grottaminarda (13),  Lauro (10),  Gesualdo (10), Trevico (7), Venticano (7), Villanova del Battista (7), Scampitella (6), Sturno (6), Vallesaccarda(6), Montecalvo Irpino (6), Lacedonia (5); Forino (5), Chiusano San Domenico (5), San Martino Valle Caudina (5), Bagnoli Irpino (5), Monteforte Irpino (5), Bonito (5), Vallata (5), Fontanarosa (4), Taurasi (4), Avella (4), Montemiletto (4), Melito Irpino (3), Rotondi (3), Mugnano del Cardinale (3), Montoro (3)Casalbore (3)Castel Baronia (2), San Sossio Baronia (2), Atripalda (2), Altavilla Irpina (2), Calitri (2), Castelfranci (2), Pietradefusi (2), Cesinali (2), Pratola Serra (2), Teora (2), Zungoli (2), Santo Stefano del Sole (2), Contrada (2, ma il secondo comunicato il 28 maggio non è confermato, in attesa delle controanalisi), Ospedaletto d’Alpinolo (1), Montefredane (1), San Michele di Serino (1), Lapio (1), Torre Le Nocelle (1), San Mango sul Calore (1), Torrioni (1), Aiello del Sabato(1), Quindici (1), Pietrastornina (1), Roccabascerana (1), Tufo (1), Bisaccia (1), Paternopoli (1), Frigento (1), Savignano Irpino (1), Sant’Angelo dei Lombardi (1) Montaguto (1), San Potito Ultra (1).

Task Force Coronavirus in Campania, ecco il team. Guida Italo Giulivo. Una conferenza stampa con il Presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca

MOVIDA, GIRO DI VITE SUGLI ALCOLICI: STOP DALLE 22 IN AREE PUBBLICHE. BAR APERTI FINO ALL’UNA. Giro di vite sulla movida in Campania: dalle 22 vietato bere alcolici in aree pubbliche. La nuova ordinanza regionale consente ai bar di restare aperti fino all’una, ma dalle 10 di sera potranno solo servire ai tavoli, vietato l’asporto. Sono queste le principali novità contenute nella Ordinanza n.53 del 29 maggio 2020, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso le disposizioni stabilite dal provvedimento, adottato «a seguito delle problematiche registrate nello scorso fine settimana e degli incontri avuti in settimana con le Camere di Commercio». (Leggi l’Ordinanza n.53 del 29 maggio 2020).

Poste Italiane

CRISI ECONOMICA DA COVID-19, SI PAGANO DA IERI LE INTEGRAZIONI CHE PORTANO LE PENSIONI MINIME A MILLE EURO PER I MESI DI MAGGIO E GIUGNO. La Regione Campania informa che «chi riceve la pensione mediante accredito su libretti postali, conti correnti e carte ricaricabili (complessivamente, quasi il 92% degli interessati) avrà l’integrazione della Regione Campania della mensilità di maggio con valuta 29 maggio». Per i mesi di maggio e poi di giugno, arriveranno complessivamente a 1000 euro. Coloro che, invece, «ritirano la pensione per cassa allo sportello postale (poco più dell’8% degli interessati) potranno recarsi presso gli uffici postali a partire dal 4 giugno. In quest’ultimo caso, i pensionati che dovranno andare a ritirare il bonus regionale presso gli sportelli postali riceveranno, entro il 4 giugno, apposita comunicazione da parte di Poste Italiane». (Leggi l’approfondimento).

DA IERI I BONUS PER I 19.596 LAVORATORI DEL TURISMO. Con valuta 29 maggio, 19.596 lavoratori stagionali del turismo riceveranno la prima mensilità (delle quattro previste) dell’integrazione regionale pari a 300 euro». Il Governatore De Luca, nell’annunciare il trasferimento delle risorse, rivendica il merito dell’operazione: «Raddoppiate le pensioni minime in Campania, con i fatti non con le parole».

Coronavirus, test in Campania al Cotugno. Nella foto: l’ingresso all’Ospedale Cotugno

IN CAMPANIA IL TOTALE DEI POSITIVI SALE A 4.797 CON ALTRI 10 CASI. In Campania i positivi al Covid-19 sono 4.797 con altri 10 nuovi casi di coronavirus su 4.364 tamponi esaminati (198.033 dall’inizio della pandemia). A distanza di un giorno l’incremento del contagio resta stabile. L’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati dei tamponi esaminati: all’Ospedale Cotugno di Napoli 668 tamponi di cui nessuno positivo; all’Ospedale Ruggi di Salerno 355 di cui nessuno positivo; all’Asl di Caserta (presìdi di Aversa-Marcianise) 322 di cui 1 positivo; all’Ospedale Moscati di Avellino 238 di cui nessuno positivo; all’Ospedale San Paolo di Napoli 138 tamponi di cui nessuno positivo; presso il Laboratorio dell’Azienda ospedaliera Federico II 165 di cui nessuno positivo; all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno 665 di cui nessuno positivo; all’Ospedale di Nola 479di cui 4 positivi; all’Ospedale San Pio di Benevento 120 di cui positivo;​​ all’Ospedale di Eboli 344 di cui nessuno positivo; al Laboratorio del CEINGE/IZSM 460 di cui nessuno positivo; al Laboratorio Biogem 105 tamponi di cui positivi;​ al Cardarelli/IZSM 249 di cui 2 positivi; all’Ospedale Santobono Pausillipon 16 di cui nessuno positivo; all’Azienda ospedaliera Luigi Vanvitelli di Napoli 40 di cui nessuno positivo.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 22,00 di oggi 29 maggio 2020

UN MORTO E 35 GUARITI NELLE 24 ORE. Nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo decesso, che porta il bilancio complessivo delle vittime a 411. Nello stesso tempo si registrano altre 35 guarigioni. Complessivamente si sono ristabiliti superando l’infezione 3.390  persone, di cui 3.303 totalmente guariti e 87 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale della Campania, il Ministero ha diffuso la tabella con gli ulteriori dati clinici. I pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 236 (-24) in terapia intensiva 7 (+1), mentre 743 (-3) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioé detratti i guariti e i deceduti, sono 986 (-26, ma non sono contabilizzati i 60 di Ariano Irpino riscontrati con lo screening) contro i 4.787 dall’inizio della pandemia.

I POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE ALTRE PROVINCE. Ecco i positivi al coronavirus in Irpinia e nelle altre province, a cui vanno sommati i 60 tamponi positivi eseguiti ad Ariano Irpino nell’ambito dello screening su 13.444 persone. Per ora, su indicazione dell’Istituto Superiore della Sanità, vengono inviati e registrati su una piattaforma nazionale dedicata: Napoli: 2.611 (di cui 988 Napoli Città e 1.613 Napoli provincia); Salerno 685Avellino 543Caserta 459Benevento 206. Altri in fase di verifica Asl: 283.

IN ITALIA (DATO DEL 29 MAGGIO ALLE 18). I POSITIVI SONO 46.175. I GUARITI SONO 152.844 E I DECEDUTI 33.229Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 232.248 al momento sono 46.175 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 152.844. I pazienti ricoverati con sintomi sono 7.094, in terapia intensiva 475, mentre 38.606 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 33.229 questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. L’incremento dei casi totali è di +516.

Bollettino Covid-19 del 29 maggio 2020 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute

Il Ministero

COVID-19, IL MINISTERO DELLA SALUTE: ATTENTI ALLE BUFALE SUI SOCIAL MEDIA. «Fake news e disinformazione rappresentano un problema importante perchè possono indurre le persone ad attuare comportamenti non corretti che possono mettere a rischio la salute», si legge sul sito istituzionale del Ministero, che mette in guardia i cittadini. «Il ministero della Salute periodicamente smentisce le fake news che rileva su social e web sulla base delle evidenze scientifiche/normative/documentazioni nazionali e internazionali disponibili al momento della pubblicazione». Ecco a seguire alcune nuove bufale: «Il responsabile di Covid-19 non è un virus ma è un batterio, no FALSO! La malattia Covid-19 è causata da un virus chiamato “Sindrome Respiratoria Acuta Grave-CoronaVirus-2” (SARS-CoV-2) dall’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV), organismo che si occupa della designazione e della denominazione dei virus (ovvero specie, genere, famiglia, ecc.)». E poi: «In Italia è stata scoperta la cura contro Covid-19, no FALSO! Allo stato attuale non esistono terapie di comprovata efficacia contro Covid-19. Le terapie attualmente disponibili restano basate sul trattamento dei sintomi della malattia, fornendo alle persone infette terapie di supporto (ad es. ossigenoterapia, gestione dei fluidi). Sono in corso diverse sperimentazioni cliniche per il trattamento della malattia COVID-19. L’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) fornisce sul proprio sito informazioni riguardo i farmaci per i quali sono state approvate e avviate le sperimentazioni, condotte sotto stretto controllo medico». Per approfondimenti sulle sperimentazioni in corso consulta pagina Aifa dedicata. Per ulteriori informazioni: Sito nuovocoronavirus | Sito Iss

ATTIVO UN NUMERO VERDE PER I QUESITI DELLE DONNE ITALIANE. Attivo un Numero verde per i quesiti delle donne italiane”. L’emergenza sanitaria da Coronavirus non ferma le attività 2020. Da 22 aprile è attivo il Numero Verde gratuito 800189441, un servizio di consulenza e ascolto reso possibile grazie ad AIDM (Associazione Italiana Donne Medico) e FISM (Federazione delle Società Medico-Scientifiche Italiane): un call center formato da 100 dottoresse dedicate a rispondere ai quesiti di tutte le donne del nostro Paese. (Informazioni: Ministero della Salute | link).


LEGGI ANCHE:

Ad Ariano i positivi al Covid-19 sono 60 su 650 tamponi. De Luca: spento il focolaio

Giro di vite sulla movida in Campania: dalle 22 vietato bere alcolici in aree pubbliche

Pensioni minime in Campania a mille euro per 250mila persone. Soldi sul conto a maggio ‘in automatico’

Clinica Villa Mafalda, l’intelligenza artificiale incontra la medicina

 

ARTICOLI CORRELATI