Scuola elementare di Pratola Serra, minoranza all’attacco

Replica del gruppo «SiAmo Pratola Serra» dopo l'ultima nota con cui l'Amministrazione comunale ha rassicurato le famiglie sulla agibilità della struttura. Il testo della lettera aperta

Pratola Serra dall'alto

Scuola elementare di Pratola Serra al centro della polemica politica. La minoranza va all’attacco dopo l’ultima nota con cui l’Amministrazione comunale ha rassicurato le famiglie sulla agibilità della struttura. Con una lettera aperta, il gruppo SiAmo Pratola Serra contesta, tra l’altro, che gli interventi manutentivi sono stati realizzati solo dopo le ispezioni di Carabinieri, Asl Avellino e Vigili del Fuoco, ma soprattutto dopo la richiesta di alcuni genitori rivolta ai consiglieri di opposizione. Di seguito il testo della missiva.


A proposito della scuola elementare di Pratola Serra

Nota a firma del gruppo consiliare “SiAmo Pratola Serra

La vicenda della tendo struttura adibita a scuola elementare del Comune di Pratola Serra continua a far discutere. L’amministrazione Aufiero, come di consueto, cerca di sottrarsi dalle proprie responsabilità distorcendo la realtà dei fatti, volendo far credere che tutto è nella norma e guardandosi bene dal pubblicare il Verbale di sopralluogo dell’ ASL. Annuncia addirittura scenari di chiusura che l’opposizione avrebbe paventato. Premettendo che Noi neanche avremmo aperto una scuola in una struttura del genere, il problema non è l’agibilità, ma lo stato indicibile e indecoroso in cui versava già all’apertura dell’anno scolastico, come fotografato e confermato nel sopralluogo dall’Ispettore dell’ASL. Pertanto, il sindaco Emanuele Aufiero, anziché dichiarare che l’amministrazione è vigile sulla situazione, spiegasse perché solo dopo l’arrivo dei controlli, ha avviato i lavori di manutenzione, protratti anche fino a tarda notte. Ringraziamo ancora una volta i genitori che ci hanno inviato foto del tangibile DEGRADO in cui versa la tendostruttura…foto che abbiamo immediatamente inoltrato agli Organi Competenti, per i dovuti accertamenti. Ciò che è stato rilevato dall’ASL e che la maggioranza Aufiero non pubblica, è riportato nero su bianco nel verbale di sopralluogo dal quale si evince che in quasi tutte le aule sono stati verificati fenomeni di UMIDITÀ , alcuni pannelli alle finestre risultavano distaccati lasciando fuori i CHIODI, macchie di MUFFA alle finestre, umidità in prossimità degli infissi. Fenomeni di UMIDITÀ anche nei servizi igienici che non rispondono, in numero, a quanto previsto dal Decreto Ministeriale 18/12/1975, pavimentazione distaccata, PERICOLO di inciampo e SCIVOLAMENTO alle uscite, INCEPPAMENTI alle PORTE e altro ancora. E restiamo meravigliati del fatto che non sia stata ravvisata la pendenza del pavimento, che è causa di disagio, più volte lamentato da chi frequenta la struttura. Altro che Amministrazione attenta e vigile! In poche parole una situazione di incuria diffusa, che nessuno aveva mai notato prima e per la quale l’Ispettore dell’ASL richiedeva urgenti interventi da effettuare nel termine massimo di 15gg. Dopodiché, si sarebbe proceduto ad un nuovo sopralluogo. Prendiamo atto che in queste condizioni e nel mentre veniva dato corso ai lavori di manutenzione, è stato possibile fare lezione, ma abbiamo i nostri dubbi che sia stata garantita la salubrità e la sicurezza dei luoghi. D’altronde, come apprendiamo dalla stampa, tale “permesso”, rilasciato dall’ASL, viene recapitato al Comune soltanto a lavori ultimati e cioè 31 ottobre 2019. E questo lascerebbe anche intendere che l’Ente Comunale ha dato corso ai lavori nei termini sopra descritti, senza avere alcun parere preventivo da parte dell’ASL di Avellino visto che il referto viene trasmesso solo 15 gg dopo il sopralluogo. Ma anche su questo faremo piena luce. Anche della nota dei Vigili del Fuoco, la maggioranza evidenzia solo poche parole. Ma il Comando di Avellino, oltre a richiedere il NON utilizzo di un’aula per questioni di sicurezza, invita l’Autorità Comunale ad intraprendere tutti i PROVVEDIMENTI CONTINGIBILI E URGENTI al fine di RIPRISTINARE in via definitiva le condizioni di SICUREZZA richieste. Questo sta a significare che vi erano delle criticità da sanare non ravvisate da chi dovrebbe, invece, assicurare la sicurezza dei luoghi. E vorrebbero farci credere che tutto questo è la normalità?


LEGGI ANCHE: 

Scuola di Pratola Serra, il Sindaco: via libera dall’Asl di Avellino

 

ARTICOLI CORRELATI