Sicurezza dei Ponti, nel pool nazionale anche l’irpina ‘Takius’ di Baiano

SULLA AUTOSTRADA A2 I PRIMI TEST DEL PROGRAMMA DI PREVENZIONE. Alaia: è un'eccellenza regionale. È l'unica azienda privata in Italia nel pool che lavora per prevenire disastri come quello del 'Morandi' di Genova. L'ingegnere D'Avanzo: «Con la tecnologia sviluppata puntiamo ad assicurare un controllo in tempo reale del livello di impatto che i Tir - ma ci riferiamo a tutti i mezzi pesanti». Le congratulazioni del consigliere regionale di Avella: «La Regione Campania guarda a questa realtà con interesse»

Una azienda di Baiano, la Takius, fa parte del pool nazionale impegnato nella sicurezza dei ponti. Operante nel settore dell’elettronica, supporta ENEA, Anas e il Consorzio Train (di cui fa parte l’Università degli studi di Salerno ed ETT S.p.A.) in un progetto di ricerca denominato ‘Sentinel’.

Il progetto ha come obiettivo la sperimentazione di un sistema che serve a rilevare situazioni critiche e particolarmente pericolose che possono verificarsi sui viadotti. realizzando un monitoraggio costante con “sensori intelligenti” basati su fibra ottica in grado di misurare peso e velocità dei mezzi in transito. «L’obiettivo è ovviamente quello di evitare tragedie come quella del ponte Morandi di Genova, avvalendosi di tecnologie studiate, progettate e realizzate in sinergia», spiegano i promotori del programma.

L’ing. Carmine D’Avanzo e i vertici della Takius di Baiano

«Con la tecnologia sviluppata puntiamo ad assicurare un controllo in tempo reale del livello di impatto che i Tir, ma ci riferiamo a tutti i mezzi pesanti, determinano sui viadotti e sulle strade ad elevata viabilità in generale», spiega l’ingegnere Carmine D’Avanzo, responsabile tecnico della Takius. «Il sistema, che abbiamo iniziato a sperimentare, consente di verificare il peso dei mezzi in transito rapportandolo, contestualmente, alla struttura che questi dovranno attraversare». IN questo senso, «si tratta di prevenire situazioni di grave pericolo, evitando di sottoporre la struttura a sollecitazioni insopportabili». Inoltre, «il sistema elaborato consentirà anche di raccogliere informazioni fondamentali per assicurare una adeguata e mirata manutenzione delle infrastrutture».

L’AZIENDA. La Takius Srl è un’azienda tutta Irpina che opera nel settore dell’elettronica da più di 10 anni e si propone come partner di società che desiderano sviluppare nuovi prodotti, o che necessitano di consulenza per la realizzazione di soluzioni innovative, si legge nelle note informative. «Il Know-how aziendale, l’insieme di tutte le esperienze e le conoscenze tecniche, rappresenta la vera forza dell’Azienda che punta al costante perfezionamento degli strumenti e delle conoscenze necessarie allo sviluppo delle nuove tecnologie hardware e software», spiega ancora l’ingegnere D’Avanzo. «La sperimentazione del progetto Sentinel prevede ‘un primo dimostratore pilota’ che verrà installato sul nodo autostradale A2, in un sito individuato da ANAS presso un viadotto del tratto campano», si legge in un comunicato ufficiale dei partner».

IL COMUNICATO DELL’ANAS. Di seguito il comunicato diffuso dall’Anas.

Prosegue l’impegno di Anas (Gruppo FS Italiane) nel potenziare le attività di monitoraggio e sorveglianza delle infrastrutture, sviluppando le attività di ricerca e innovazione. Nell’ambito del più ampio piano Smart Road, Anas ha avviato con l’Enea, il Consorzio Train e la società Takius un progetto di ricerca denominato Sentinel, Sistema di pesatura dinamica intelligente per la gestione del traffico pesante, finanziato dal MIUR con il PON Ricerca e Innovazione 2014-2020. Il sistema verrà sperimentato sulla A2 “Autostrada del Mediterraneo”. “L’obiettivo – ha dichiarato Ugo Dibennardo, Direttore Operation e Coordinamento territoriale Anas – è quello di sviluppare e realizzare un sistema di pesatura dinamica dei veicoli che, integrandosi con altri sistemi, collabori in una gestione intelligente e predittiva del traffico di mezzi pesanti aventi effettive condizioni di carico non compatibili con le caratteristiche della struttura viaria, con smistamento in tempo reale su viabilità alternativa”. Anas gestisce annualmente il passaggio di circa 30mila trasporti eccezionali attraverso un sistema informatizzato con l’impiego di App dedicate che, tramite la geolocalizzazione, consente il monitoraggio dei trasporti eccezionali da parte delle Sale Operative Compartimentali Anas e permette l’individuazione dei percorsi maggiormente interessati dai transiti eccezionali. La pesatura dinamica rappresenta un’importante ulteriore azione di controllo dei mezzi pesanti in funzione di una maggiore sicurezza della rete. L’installazione del sistema è prevista in prossimità di nodi di infrastrutture stradali quali ponti, viadotti e cavalcavia, tratti considerati delicati per le caratteristiche altimetriche, ambientali e climatiche. Il progetto permetterà di avere informazioni utili sia per le attività di manutenzione delle infrastrutture stesse sia a supporto del controllo dei veicoli pesanti in sovraccarico.

Vincenzo Alaia, consigliere regionale della Campania

ALAIA, TAKIUS ECCELLENZA IRPINA. REGIONE GUARDA A QUESTE REALTÀ CON ATTENZIONE. «Il progetto ‘Sentinel’, che serve a prevenire disastri come quello del ponte ‘Morandi’ di Genova, ha nella Takius uno dei partner che stanno contribuendo in maniera più significativa con le tecnologie sviluppate nei suoi laboratori di Baiano. E’ un vanto per la nostra Irpinia e conferma che anche nel nostro territorio possono svilupparsi realtà di eccellenza di rilievo nazionale. Alle istituzioni il compito di valorizzare e supportare queste realtà». Così il Consigliere regionale Enzo Alaia. «La Takius nasce e opera in un Mezzogiorno dove fare ricerca e impresa non è affatto semplice. Tuttavia questa realtà è riuscita a tenere con sé quei cervelli che spesso sono tentati dalla fuga all’estero e a sviluppare tecnologie così all’avanguardia da interessare colossi come Enea e Anas per un progetto oggi più che mai necessario per la sicurezza stradale», si legge ancora. «La Regione Campania deve guardare a questa realtà con interesse e deve continuare a sostenerle con determinazione. Il Governo De Luca – chiude Alaia – si muove in questa direzione e non mancherà di supportare anche Takius, Enea e Anas nella sperimentazione e realizzazione del progetto ‘Sentinel’…».