Scossa in Irpinia di Magnitudo 3.0 con epicentro a Paternopoli

Terremoto con epicentro a Paternopoli. Paura in Irpinia. Molte scolaresche hanno abbandonato le aule e sono uscite fuori. In corso accertamenti.

Scossa di terremoto con epicentro a Paternopoli alle ore 12.18 avvertita dalla popolazione. La scossa di magnitudo 3.0 è stata rilevata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Lo sciame è stato avvertito dalla popolazione e dai Comuni limitrofi. Tra gli altri Luogosano, San Mango sul Calore, Sant’Angelo All’Esca, Castelvetere sul Calore, Castelfranci.

In corso accertamenti su eventuali danni a strutture pubbliche e private. A Frigento la scossa è stata percepita in modo particolare. “Gli alunni del Liceo linguistico sono usciti fuori dal plesso. Per quanto riguarda le altre strutture scolastiche del paese non è stato avvertito nulla”, ha dichiarato il primo cittadino Carmine Ciullo. Verifiche in corso negli edifici pubblici dei Comuni interessati. La scossa è stata avvertita anche in Valle Ufita e a Flumeri. Il sindaco di Sturno, Vito Di Leo ha dichiarato “c’è stata una piccola scossa e i ragazzi delle scuole sono usciti ma è stata una reazione istintiva per fortuna. Non c’è una preoccupazione da scosse importanti. Almeno in questo momento. Ovviamente non possiamo prevedere nulla. Al momento non ci sono situazioni di allarme”. Evacuata una scuola anche a Paternopoli, la Prefettura di Avellino segue la situazione.

Una manciata di secondi che ha suscitato particolare fremito. Il pensiero è andato subito a trentotto anni fa quando, curiosamente nello stesso mese di novembre, l’Irpinia veniva travolta da uno sbuffo tellurico di intensità di gran lunga maggiore.

I sindaci e le autorità civili, le forze dell’ordine sono allertate e stanno effettuando verifiche su eventuali danni.

La sede dell’inge di Grottaminarda

IL LINK | L’EVENTO SUL SITO DELL’INGV CENTRO NAZIONALE TERREMOTI

In aggiornamento.