Atripalda, scassina una slot davanti al gestore e fugge

I Carabinieri della Stazione di Atripalda di concerto con il Nucleo Operativo della Compagnia di Avellino, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 50enne del posto, ritenuto responsabile di furto aggravato.

Incurante della presenza del gestore del locale e di alcuni avventori, è entrato in una sala giochi di Atripalda e con un ferro ha scassinato il vano di una slot machine, asportando le monete contenute all’interno, allontanandosi poi con il bottino.

A seguito di segnalazione al 112, sul posto sono immediatamente intervenute varie pattuglie di Carabinieri. Grazie all’indagine immediatamente avviata, condotta incrociando dati informativi con quelli emergenti dai controlli del territorio e le immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza, i militari operanti nel giro di qualche ora sono riusciti ad identificare il presunto responsabile che, alla luce dei gravi indizi di colpevolezza, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Recuperato e sottoposto a sequestro sia l’attrezzo utilizzato per forzare la slot machine che il denaro rubato, per un totale di euro 230 (una parte già cambiato in banconote), che sarà restituito all’avente diritto.

«L’attività portata a termine è il frutto, nonché il corollario, dell’approfondita conoscenza del territorio che i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino svolgono quotidianamente: il tutto a testimonianza di una costante ed incessante lotta all’illegalità nella provincia irpina», fanno sapere in una nota i Carabinieri.