Messo il freno all’eolico selvaggio. La Regione approva la legge

IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PEAR, PIANO ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE. Soddisfatta la presidente del Consiglio Regionale Rosetta D'Amelio. "Abbiamo risposto alle richieste del territorio" ha commentato a margine del voto favorevole del consiglio

Il consiglio regionale ha approvato questa mattina il Pear, Piano energetico ambientale regionale, “così come richiesto dai territori” ha annunciato la Presidente del Consiglio Rosetta D’Amelio al termine della seduta. “Esprimo soddisfazione per l’approvazione nella seduta del Consiglio regionale di questa mattina del Piano energetico ambientale della Regione Campania, che fornisce alla Giunta importanti linee di indirizzo e approva uno strumento strategico per la programmazione in ottica sostenibile delle politiche energetiche e ambientali campane, adeguandole a quelle dell’Unione Europea” spiega.

“Ringrazio la commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile, e in particolare il presidente Gennaro Oliviero, per il lavoro svolto su un testo atteso da tempo e che costituisce una risposta alle richieste delle popolazioni – continua la presidente –. Più volte in questi anni, anche nella precedente legislatura, ho incontrato cittadini e associazioni che sollecitavano l’intervento della Regione su questa delicata materia, a partire da quei territori dell’Irpinia e del Sannio interessati da ipotesi di ricerche petrolifere o dal proliferare dell’eolico, come avvenuto poche settimane fa a Lacedonia”.

“Con il Pear, in particolare, il Consiglio regionale definisce i compiti della Regione e degli enti locali e specifica i vari iter autorizzativi, con l’introduzione di procedimenti semplificati, nel massimo rispetto di ambiente e paesaggio”, conclude D’Amelio.