Casi di Covid-19 in Campania nei 7 giorni: 896. Tasso di positività: 7,1% (+3,1%)

IL MONITORAGGIO MINISTERIALE DELLA PANDEMIA SUL TERRITORIO REGIONALE E NAZIONALE. I dati aggregati Regioni - Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità, diffusi il 20 gennaio

In Campania i positivi al Covid-19 sono stati 896 nella scorsa settimana (4 – 10 luglio 2024), riscontrati dall’esame di 12.533 test, secondo i dati aggregati Regioni – Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità, diffusi il primo dicembre. Nella settimana precedente erano stati registrati 510 casi complessivi su 12.760 test eseguiti nelle cinque province campane. Il tasso di positività è attestato a 7,1% (era 4,0% sette giorni fa). Nel periodo preso in esame è stato accertato 2 decessi dovuto al Covid-19, come nella settimana precedente. SITUAZIONE GENERALE IN CAMPANIA. I casi attualmente positivi di Covid-19 in Campania sono 5.532, che portano il totale dal febbraio 2020 a 2.551.073. I guariti salgono a 2.533.391, mentre le persone decedute globalmente in Campania sono 12.150 dal febbraio 2020, secondo il rapporto ministeriale.
POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE PROVINCE DELLA CAMPANIA: IL RIEPILOGO SETTIMANALEIl Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus in Irpinia e in Campania negli ambiti provinciali dall’inizio dell’epidemia (marzo 2020). I dati del 10 luglio 2024 (tra parentesi l’incremento rispetto alle 24 ore precedenti dall’ultima rilevazione): a Napoli 1.341.856 (+116), a Salerno 487.847 (+22), a Caserta 398.717 (+38), ad Avellino 171.823 (+10), a Benevento 107.642 (+4)
.
IN IRPINIA. Il numero dei positivi al coronavirus in Irpinia è 52, riscontrati dai tamponi (sia antigenici che molecolari) esaminati nei laboratori abilitati della provincia di Avellino nella settimana scorsa (4 – 10 luglio 2024), secondo la tabella riportata dal Ministero della Salute, nel consueto report settimanale pubblicato il 27 giugno 2024. I casi totali dal mese di febbraio 2020 salgono a 171.823 (da 171.771).

Bollettino settimanale

IN ITALIA  SETTIMANA DAL 4 AL 10 LUGLIO 2024. Nell’ambito del monitoraggio sanitario settimanale relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, sono 162.023 le persone attualmente certificate positive in Italia, per un totale di 26.746.340 (dal febbraio 2020) con 26.387.652 guariti. Il numero totale di decessi è 196.684. Stando all’aggiornamento, nella settimana sono registrati 5.503 nuovi casi (erano 3.855 una settimana fa), mentre stati dichiarati 33 decessi per Covid-19 (18 erano quelli registrati nei 7 giorni precedenti): questo numero è confermato dall’Istituto Superiore di Sanità una volta stabilita la causa effettiva del decesso. Il tasso di positività è 7,2% (era 4,7%).


Bollettino Covid-19 diffuso dal Ministero della Salute. Settimana 4 – 10 luglio 2024. Data di pubblicazione: 12 luglio 2024

A partire dal 28 ottobre 2022 la pubblicazione dei dati aggregati della sorveglianza Covid-19 avviene con cadenza settimanale. I dati aggregati giornalieri sono disponibili ogni venerdì.


Profilassi

Report Vaccini Anti COVID-19 – Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

Ultimo aggiornamento alla data: 11-7-2024 | Totale somministrazioni con vaccino adattato XBB 1.5
2.213.713

Somministrazioni su base settimanale del richiamo con XBB 1.5

  • Vaccinazioni IN ITALIA dal 05/07/2024 al 11/07/2024: 71
  • Vaccinazioni IN CAMPANIA totale: 45.342

  • Dati storici vaccinazione anti Covid-19 fino al 24/09/2023

VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose di vaccino sono 48.730,287 (pari a 90,25% della popolazione italiana dai 12 anni in su). La terza dose (richiamo booster a chi ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi / addizionale) è stata somministrata a 40.494.455 persone (84,89%). Seconda dose booster (Quarta dose): 6.731.575 (16,89%). Terza dose booster (Quinta dose): 527.680 (8,61%). Fascia pediatrica (5-11 anni), con seconda dose: 1.293.171 (35,37%), con dose booster: 5.983 (0,46%).


Vaccini Covid a Napoli e in Campania

VACCINAZIONI IN CAMPANIA (13 DICEMBRE 2023). L’Unità di crisi continua l’aggiornamento dei dati relativi alle vaccinazioni sul territorio regionale. Le somministrazioni effettuate sono state finora in totale: 12.838.694.  Complessivamente al momento sono stati vaccinati con la prima dose 4.717.485 cittadini. Di questi 4.238.293 hanno completato la vaccinazione con la seconda dose. Sono 3.596.014 le terze dosi e 286.902 le quarte dosi. Per aderire, ii link: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino oppure dal Portale Salute del Cittadino all’indirizzo: https://sinfonia.regione.campania.it.


Ministero

Campagna di comunicazione sulla vaccinazione contro il Covid e l’influenza stagionale

Campagna di vaccinazione influenza e covid

Durante la stagione influenzale, gli anziani e i soggetti fragili rappresentano le categorie più a rischio di complicanze per la salute, ancor più quest’anno in considerazione del perdurare della diffusione di Sars-Cov2. Obiettivo della campagna è promuovere la vaccinazione contro il Covid-19 e l’influenza stagionale soprattutto nelle persone fragili e negli anziani. Target. Tutti i destinatari dell’offerta vaccinale contro l’influenza stagionale e contro il Covid-19 e, in particolare, le persone la cui salute è più a rischio, vale a dire i fragili e gli anziani.


La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

Campagna vaccinale 2023-24

In concomitanza con la campagna antinfluenzale per la stagione 2023/24, è previsto l’avvio di una campagna nazionale di vaccinazione anti COVID-19 con l’utilizzo di una nuova formulazione di vaccini a mRNA e proteici (formulazione aggiornata monovalente XBB 1.5), la cui approvazione da parte di EMA e AIFA è prevista per fine estate/inizio autunno e di cui si prevede la disponibilità di dosi a partire dal mese di ottobre. L’obiettivo della campagna nazionale è quello di prevenire la mortalità, le ospedalizzazioni e le forme gravi di COVID-19 nelle persone anziane e con elevata fragilità, e proteggere le donne in gravidanza e gli operatori sanitari e sociosanitari. A questi gruppi di persone (vedi allegato 1 della Circolare ministeriale 14 agosto 2023) è raccomandata e offerta una dose di richiamo, con valenza di 12 mesi, con la nuova formulazione di vaccino aggiornato.
La vaccinazione potrà inoltre essere consigliata a familiari e conviventi di persone con gravi fragilità. Per le persone con marcata compromissione del sistema immunitario o con gravissime fragilità, potrebbe essere necessaria, dopo valutazione medica, un’ulteriore dose di richiamo o una anticipazione dell’intervallo dall’ultima dose.

  • Vaccinazione di richiamo con i vaccini bivalenti COVID-19. A seguito dell’autorizzazione da parte di EMA e AIFA della formulazione bivalente original/BA.4-5 del vaccino Comirnaty, sono ora disponibili, nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARSCoV-2/COVID-19, due formulazioni bivalenti di vaccini a m-RNA (original/omicron BA.1 e original/BA.4-5 di Spikevax e Comirnaty). Tali vaccini, ha motivato la Commissione Tecnico Scientifica (CTS) dell’AIFA, hanno mostrato la capacità di indurre una risposta anticorpale maggiore di quella del vaccino monovalente originario sia nei confronti della variante Omicron BA.1 che delle varianti BA.4 e BA.5.
    Sul piano della sicurezza i dati disponibili non mostrano differenze rispetto al vaccino monovalente originario.
  • Ulteriori dosi di richiamo successive alla seconda. Un’ulteriore dose di richiamo con vaccino a m-RNA nella formulazione bivalente è raccomandata alle seguenti persone che hanno già ricevuto una seconda dose di richiamo con vaccino a mRNA monovalente, una volta trascorsi almeno 120 giorni dalla stessa o dall’ultima infezione da SARS-CoV-2 (data del test diagnostico positivo): persone dagli 80 anni in su; ospiti delle strutture residenziali per anziani; persone dai 60 anni in su con fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti (vedi allegato alla Circolare del 17 ottobre 2022). Su richiesta dell’interessato, anche tutti gli altri soggetti ultrasessantenni che hanno già ricevuto un secondo richiamo potranno comunque vaccinarsi con una ulteriore dose di vaccino.

FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html


Per informazioni sul Covid-19 in Campania e in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui.


TAGS
Agenzia italiana del farmaco – AIFA, Asl Avellino, Asl di Avellino e Azienda ospedaliera «Moscati», Azienda Ospedaliera Della Colli Ospedale Cotugno Napoli, Case di cura della provincia di Avellino, Caserta, Coronavirus, Covid-19, Distretto Sanitario Asl Avellino, Mercogliano, Ministero della Salute, Presidio ospedaliero Asl “Criscuoli”, Presidio ospedaliero Asl Sant’Ottone Frangipane, Pronto soccorso di Ariano Irpino, Protezione CIvile, Quarta dose anti Covid, Regione Campania, San Prisco, Task Force Coronavirus in Campania, Unità di Crisi della Regione Campania, Vincenzo De Luca


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casi di Covid-19 in Campania negli ultimi 7 giorni

Casi di Covid-19 in Campania negli ultimi 7 giorni

ARTICOLI CORRELATI