Segreteria del Pd irpino completata. Tornano De Stefano e Lengua

PIZZA: «UNA SQUADRA PER ENTRARE NELLE QUESTIONI DEL TERRITORIO». Nello Pizza ha annunciato la designazioni dei componenti che affiancano i responsabili degli Enti Locali e dell'Organizzazione oltre alla Coordinatrice. Il nuovo assetto

Nello Pizza ha completato la segreteria del Pd irpino. I componenti designati oggi si aggiungono ad Enza Ambrosone (coordinatrice della Segreteria), Giovanni Maria Chieffo (responsabile provinciale Enti Locali), Angelo Ianniciello (responsabile organizzazione) indicati tre mesi, dopo la sua proclamazione.

Lello De Stefano, presidente dell’Alto Calore dal 2013 al 2018, già alla guida dell’auto Calore Irpino, a partire dal 2001 e fino al 2004

I COMPONENTI DESIGNATI OGGI. La nuova Segreteria del Pd irpino affiancherà Nello Pizza «nell’attività di studio, analisi e proposta», si legge in una nota diffusa da via Tagliamento. I nuovi componenti della Segreteria Provinciale sono: Giovanni De Feo, Gianpaolo Basile, Luca Cipriano, Rosanna Repole, Ida Grella, Francesco Capuano, Gabriele Uva, Anna Marro, Mena Volpe, Pasqualino Molinario, Lorenzo Preziosi, Caterina Lengua, Nando Romano, Franco Mercuro, Beniamino Villanova, Arianna Bagno, Lello De Stefano, Capone Ivo, Franca Maria Pandolfelli. «A breve il segretario provinciale procederà all’assegnazione delle deleghe», viene specificato.

Il segretario del Pd Nello Pizza accanto a Rizieri Buonopane (a destra) e a Costantino Giordano

PIZZA: «UNA SQUADRA PER ENTRARE NELLE QUESTIONI DEL TERRITORIO». GLI OBIETTIVI. «Il Partito Democratico deve qualificarsi per la capacità di essere dentro le questioni che interessano il nostro territorio e le nostre comunità», spiega il segretario provinciale, comunicando le designazioni. «Non c’è altra strada se davvero si vuole essere un riferimento saldo, serio, concreto e propositivo. Dobbiamo essere in grado di esprimere idee, proposte. Dobbiamo riuscire ad incidere sulle dinamiche di crescita e sviluppo dell’Irpinia, dando un impulso alla filiera istituzionale ed amministrativa che ci vede presenti e ben rappresentati. È questa la mission che il Partito Democratico deve coltivare con abnegazione ed impegno. Ecco perché ho deciso di mettere in piedi una squadra che a mio avviso potrà fare bene e potrà rappresentare quel valore aggiunto per una formazione politica che nutre l’ambizione di poter determinare un cambiamento sociale, economico e culturale per la nostra terra».


LEGGI ANCHE:

Nel Pd irpino salta l’unità. Ma il segretario rifiuta il congresso

Boccia indicato commissario del PD in Campania

Paolo Cirino Pomicino presenta ad Avellino ‘Il grande Inganno’

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI