Alta velocità Salerno-Reggio Calabria, si parte dal Lotto 1A Battipaglia-Romagnano. Conferenza a Napoli

Oggi martedì primo marzo alle ore 15 a Napoli presentazione del Dibattito Pubblico sul progetto inserito fra gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Interverrà il Ministro per le Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, con i partner istituzionali, le autorità e i principali soggetti coinvolti nella progettazione

Alta velocità ferroviaria

Oggi, martedì primo marzo alle ore 15, nella Sala De Sanctis di Palazzo Santa Lucia a Napoli, è in programma la presentazione del Dibattito Pubblico sul progetto di realizzazione dell’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria, con riferimento al Lotto 1A Battipaglia – Romagnano. Inserito fra gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il progetto si divide in sette lotti funzionali, quattro ora prioritari e riportati nel piano commerciale straordinario di RFI: Battipaglia-Praja a Mare-Ajeta-Tortora (lotto 1), Praja a Mare-Ajeta-Tortora-Tarsia (lotto 2), Tarsia-Montalto (lotto 3) e Montalto-Lamezia Terme (lotto 4). L’intera opera prevede l’allestimento di una ferrovia ad alta velocità lunga 445 chilometri.

Alta Velocità Salerno – Reggio Calabria

L’investimento previsto per l’intera infrastruttura dell’Alta velocità Salerno-Reggio Calabria ammonta a 22,8 miliardi di euro. Una volta realizzata, questa ferrovia veloce permetterà un collegamento europeo diretto da Milano a Reggio Calabria, unendo il Paese. L’obiettivo è ridurre notevolmente i tempi di percorrenza che da Roma a Reggio Calabria saranno di 3 ore e 40 minuti e di 2 ore tra Bari e Gioia Tauro, rendendo commercialmente accessibile sotto il profilo logistico e del turismo l’intero Mezzogiorno a sud dell’area metropolitana di Napoli e della Puglia.

PARTECIPA IL MINISTRO GIOVANNINI. Alla conferenza stampa del primo marzo a Napoli sarà presente il Ministro per le Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini. Interverranno i partner istituzionali, le autorità e i principali soggetti coinvolti nella progettazione dell’opera e del Dibattito Pubblico.​ Interverranno: Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania; Caterina Cittadino, Presidente della Commissione Nazionale Dibattito Pubblico; Vera Fiorani, Commissaria straordinaria per la realizzazione dell’opera; Roberto Zucchetti, Coordinatore del Dibattito Pubblico, PTSCLAS.


L'obiettivo
  • IL DISEGNO STRATEGICO. Il progetto dell’Alta velocità Salerno-Reggio Calabria è inserito fra gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza con l’obiettivo di sviluppare l’economa del Mezzogiorno, riducendo il divario interno Nord Sud. Strategicamente è considerato uno strumento per ridurre le disuguaglianze, favorendo il pieno sviluppo della collettività in una zona del Paese ricca d potenzialità al centro del Mediterraneo europeo. La nuova infrastruttura consentirà l’incremento del traffico merci al porto di Gioia Tauro, sviluppando nel contempo nuovi flussi di viaggiatori anche a beneficio della Sicilia.

La partecipazione
  • LA COMMISSIONE NAZIONALE PER IL DIBATTITO PUBBLICO. Il Codice dei contratti pubblici all’art. 22, comma 2, ha previsto l’adozione di un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri per la disciplina dei criteri per l’individuazione delle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale che hanno un impatto sull’ambiente, sulle città e sull’assetto del territorio, distinte per tipologia e soglie dimensionali, per cui è obbligatorio il ricorso alla procedura di Dibattito pubblico, nonché le modalità di svolgimento e il termine di conclusione della medesima procedura. Il primo correttivo al Codice dei contratti pubblici ha precisato che i nuovi interventi ai quali occorre fare riferimento per l’applicazione dell’istituto del Dibattito pubblico sono quelli avviati dopo la data di entrata in vigore del medesimo decreto, ovvero dopo il 24 agosto 2018, ed ha  stabilito contestualmente le modalità di monitoraggio sull’applicazione dell’istituto.

LEGGI ANCHE:

Svimar promuove l’alta velocità al Sud e rilancia la Eboli-Calitri

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI