Angelo D’Agostino presenta la lista ‘Proposta civica per l’Irpinia’

Lunedì 6 dicembre alle ore 10, incontro con i giornalisti al Circolo della Stampa di Avellino. L'appello agli amministratori locali

Il candidato presidente della Provincia, Angelo Antonio D’Agostino, ha convocato una conferenza stampa per presentare la lista “Proposta civica per l’Irpinia”. Incontrerà i giornalisti lunedì 6 dicembre alle ore 10, presso il Circolo della Stampa di Avellino. L’appuntamento, in vista del voto fissato il 18 dicembre, segue l’appello lanciato agli amministratori locali, a poche ore dalla sua candidatura lo scorso 28 novembre. «Ruolo centrale della Provincia per utilizzare al meglio le risorse del PNRR e poi un lavoro comune per bloccare lo spopolamento dei comuni» sono i principali punti della piattaforma, che delinea con la lettera aperta diffusa attraverso i media e, di seguito, riportata.


INSIEME A TUTTI GLI AMMINISTRATORI PER UN’IRPINIA CHE VUOLE CONTINUARE A CRESCERE

Nota di Angelo Antonio D’Agostino | Sindaco di Montefalcione e candidato alla Presidenza dell’Amministrazione provinciale di Avellino

Angelo D’Agostino

La Provincia di Avellino può giocare ancora un ruolo significativo e centrale per contribuire allo sviluppo e alla crescita dell’Irpinia, in particolare in una fase come quella che ci accingiamo a vivere che deve vedere tutte le istituzioni unite nel perseguire l’utilizzo proficuo delle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza e nell’evitare lo spopolamento dei nostri comuni. L’Amministrazione provinciale che ho in mente dovrà partire dal lavoro svolto dal Presidente Biancardi che ha sempre improntato la sua azione alla collaborazione istituzionale, al coinvolgimento dei Consiglieri provinciali e di tutti i sindaci, senza mai badare ad appartenenze partitiche, ma perseguendo obiettivi di rilancio e di sviluppo del territorio e delle nostre comunità. In questi anni, egli ha saputo tenere un profilo istituzionale elevato, senza mai scadere in inutili e infruttuose polemiche di parte. Con questo spirito ho accettato la proposta proveniente da tanti colleghi primi cittadini e da diverse forze politiche di candidarmi alla presidenza dell’Amministrazione provinciale. L’ho fatto avvertendo il grande senso di responsabilità di chi è chiamato a contribuire alla crescita complessiva del territorio e, nel contempo, è consapevole della complessità del momento che tutti siamo chiamati ad affrontare. Ora più che mai sono necessarie la massima concordia tra istituzioni e una sinergia intensa che servano a realizzare un programma di ulteriore valorizzazione delle ricchezze irpine, a tutelare la nostra acqua, a sostenere e implementare un piano di infrastrutture indispensabile per le nostre attività produttive, per attrarre nuovi investimenti e creare così ricchezza e occupazione. Un concorso di intenti che serva a mettere a frutto le risorse che l’Unione Europea ha messo a disposizione dei territori per affrontare efficacemente le conseguenze della recessione economica post pandemica. Come ho spesso ribadito ogniqualvolta mi sono ritrovato ad assumere nuovi impegni, affronterò questa sfida con l’entusiasmo che ho sempre messo in ogni iniziativa che possa servire a far progredire la comunità irpina. Lo farò nell’assoluto rispetto degli avversari, improntando la campagna elettorale ad una sana competizione e al confronto costruttivo con tutte le parti coinvolte. Sono sicuro che accanto a me avrò non solo coloro che si sono candidati al Consiglio provinciale, ma anche e soprattutto i sindaci e gli amministratori locali che ogni giorno si battono, tra mille difficoltà, per rendere più vivibili le loro comunità, per farle crescere e per dare loro una prospettiva. Sono certo che nei prossimi anni, insieme, sapremo rendere ancora migliore la nostra grande e meravigliosa Irpinia.”


LEGGI ANCHE:

Elezioni provinciali ad Avellino il 18 dicembre, ecco le liste

Positivi al coronavirus in Irpinia 53, impennata ad Ariano: +20. In Campania: 1.147 casi e 3 morti

Open day vaccinale in Irpinia domani, anche terza dose dai 18 anni in su. Le sedi

Vaccinazioni Covid in Irpinia: ieri 2.950 dosi (finora 653.071). Ad Avellino 852. I dati

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI