Covid in Irpinia, ultimo aggiornamento: 39 casi su 822 test. Dati

I dati dell'epidemia in provincia di Avellino forniti dai rapporti di Asl di Avellino, Unità di Crisi Regionale in Campania, Ministero della Salute e dalle altre strutture nazionali accreditate dal Governo

L'Asl di Avellino. Nella foto gli uffici direzionali di via degli Imbimbo nel capoluogo irpino

Ultimo aggiornamento sull’epidemia di Covid in Irpinia. Per leggere il dato relativo all’ultimo aggiornamento con i dati relativi alla provincia di Avellino clicca qui. La fonte sono i rapporti di Asl di Avellino, Unità di Crisi Regionale (per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-2019) in Campania, Ministero della Salute e le altre strutture nazionali accreditate dal Governo. Per leggere il dato relativo all’ultimo aggiornamento con i dati relativi alla Campania e alle sue cinque province clicca qui.

Il punto vaccinale Covid di Montella

Sono disponibili anche i dati con il riepilogo sull’andamento vaccinale in Irpinia (clicca qui) e sugli open day vaccinali e la terza dose in Irpinia (clicca qui). Per informazioni dirette sul coronavirus in Irpinia, in Campania e in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui).


FOCUS
La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

MONITORAGGIO FASE 2. REPORT SETTIMANALE ITALIANO. (Ministero della Salute). Diffuso dal Ministero della Salute il Report della settimana 8 – 14 novembre con aggiornamento al 17 novembre. LA SINTESI: «Continua per la quarta settimana consecutiva l’aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione che, a livello nazionale, è ormai prossimo a 100 casi per 100,000 abitanti. È stabile, a livello nazionale, la velocità di trasmissione nella settimana di monitoraggio corrente con un Rt elevato nella maggior parte delle regioni Italiane, sempre al di sopra della soglia epidemica. L’Rt calcolato sui soli casi ospedalizzati si mantiene oltre la soglia epidemica con conseguente aumento nei tassi di occupazione sia in area medica che in terapia intensiva. Nell’attuale contesto di riapertura, una più elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo nelle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali vigenti, in particolare gli ultraottantenni, rappresentano gli strumenti principali per prevenire significativi aumenti di casi clinicamente gravi di COVID-19 e favorire un rallentamento della velocità di circolazione del virus SARS-CoV-2. In considerazione dell’attuale trend epidemiologico e della contemporanea circolazione di altri virus respiratori come l’influenza, si sottolinea l’importanza di rispettare rigorosamente le misure raccomandate sull’uso delle mascherine, del distanziamento fisico – prevenendo le aggregazioni – e dell’igiene delle mani».


IL RAPPORTO REGIONALE. L’analisi dei dati relativi alla settimana 8 – 14 novembre 2021 (dati aggiornati al 17 novembre). Fonte dati: Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020): scarica il Rapporto CAMPANIA.


FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI