Stazione sciistica di Laceno, pubblicato il bando da 12 milioni

La Regione Campania ha attivato le procedure di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva e dell’esecuzione degli interventi a servizio degli impianti sull'Altopiano nel territorio di Bagnoli Irpino

È stato pubblicato il bando di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva e dell’esecuzione degli interventi a servizio della stazione sciistica di Laceno. L’intervento, che vede quale soggetto attuatore il Comune di Bagnoli Irpino, si avvale di un finanziamento di oltre 12 milioni di euro.

Stazione sciistica del Laceno. Le piste del Lago Laceno a Raiamagra e la seggiovia

IL GOVERNO DELLA CAMPANIA ACCELERA: «INTERVENTO STRATEGICO DI INTERESSE REGIONALE NEL CONTESTO DEL MEZZOGIORNO». «Fortemente voluto dalla Giunta Regionale della Campania, l’intervento nasce dall’esigenza urgente, prioritaria ed indifferibile di rinnovare gli impianti di risalita, giunti ormai alla fine della loro vita tecnica e chiusi da maggio 2017, e di rilanciare in chiave moderna la stazione sciistica del Laceno, rendendola appetibile ai flussi turistici attraverso l’ampliamento dei servizi offerti sia nel periodo invernale che nel periodo estivo», si legge in una nota con cui si definisce strategico per l’intero territorio regionale il programma di potenziamento della Stazione sciistica di Laceno. «L’area oggetto dell’intervento si trova in posizione strategica all’incrocio tra Campania, Puglia e Basilicata, sull’altopiano omonimo, nel comune di Bagnoli Irpino, in Provincia di Avellino», si premette. Ricade «in un’area ad elevata naturalità e di particolare bellezza ambientale, collocata all’interno del Parco Regionale dei Monti Picentini, individuata nella Rete Natura 2000 come sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale, quindi ad elevato interesse naturalistico, turistico e socio economico.

IL PROGRAMMA DELL’APPALTO INTEGRATO. L’intervento sarà attuato dal Comune di Bagnoli Irpino. Gli oltre 12 milioni di euro della dotazione finanziaria serviranno a realizzare quattro obiettivi, che qualificheranno la Stazione sciistica del Laceno, rilanciando l’intero impianto e il potenziale turistico del territorio per l’intera Campania: la sostituzione delle seggiovie esistenti Settevalli (1.003 metri) e Rajamagra (900 metri) con impianti moderni e maggiormente funzionali; la sostituzione delle sciovie Cuccioli (226 metri) e Serroncelli (623 metri) con due nuovi skilift; la fornitura e posa in opera di due tappeti per il Campo Scuola a 1400 ed il Campo Scuola a 1100 in sostituzione rispettivamente di un vecchio nastro trasportatore e di una sciovia a fune bassa (manovia);  l’esecuzione di opere accessorie e di impianti civili a rete a servizio delle stazioni di partenza e di arrivo.

LA GARA. L’mporto a base d’asta ammonta a 9.385.152,32 euro. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per il 3 gennaio 2022 alle ore 13.


LEGGI ANCHE:

Un’ovovia per il turismo sul Laceno. La proposta della Federico II

Federalberghi Avellino: la Campania riscopre il Laceno

Pubblicato il decreto per Laceno e Bagnoli Irpino, Rosa D’Amelio: impegno mantenuto

Sbloccata la Sciovia del Laceno, De Luca: 12,7 milioni per il polo turistico invernale

Positivi al coronavirus in Irpinia 79: l’elenco. Quarta ondata in Campania: 965 casi e 5 morti

Open day vaccinale in Irpinia oggi, anche terza dose dai 18 anni in su. Le sedi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI